Metodo per Armonica Cromatica: La CX-12


In un sito come questo, che conta tantissimi appassionati di armonica diatonica, penso che sia giunto il momento, anche per distrarci un pò dai freddi battiti del nostro “amato” metronomo, di parlare di una cromatica che a mio parere ha una piegabilità delle note che ricorda la diatonica: la CX 12 della Hohner.

Si tratta di un’armonica a 12 fori dalla linea molto accattivante e da corpo, imboccatura e gusci interamente in plastica. Viene molto esaltato il fatto che si possa effettivamente smontare in pochi secondi e senza l’aiuto di cacciaviti vari ma non è certamente per questo motivo che ho pensato di proporla alla vostra attenzione (in fondo un’armonica non viene smontata tutti i giorni…), la CX 12 ha un’imboccatura forse un po’ grossa (se siete partiti dalla Chrometta, però, non ve ne accorgerete) ma perfettamente liscia ed arrotondata, quindi confortevole al massimo e con il rischio quasi nullo di ferirsi le labbra anche dopo interminabili “soffiate”.

Il suono risulta un pò ovattato ma trovo affascinante la cassa acustica che si forma tra i gusci e le nostre mani: ad essere corretti è sbagliato parlare di gusci, in realtà il corpo porta ance viene a trovarsi dentro un grosso guscio-conchiglia che lo circonda interamente (ecco perchè l’imboccatura, su esso ricavata, risulta così perfettamente liscia e raccordata), la parte libera è solo il posteriore dove appunto le mani completano la cassa.

Chiaramente ciò avviene anche su altri modelli di armonica ma trovo che la CX 12, grazie alle caratteristiche del guscio, sia in assoluto, tra le cromatiche, la più “sensibile” al proprio modo di soffiare……

Qualche difetto c’è: la tenuta dell’aria è perfezionabile, il registro ha una corsa lunga ed ha una molla di ritorno forse un po’ troppo morbida oltre che un leggermente fastidioso gioco verticale percettibile quando si preme il bottone.

Alcune valvole copri ance tendono ad incollarsi similarmente alla Chrometta e, per finire, forse il guscio-conchiglia, è un po’ troppo grande per chi non ha altrettanto grandi mani capaci di chiuderlo perfettamente sul retro.


Quali armoniche comprare su AMAZON


Stefano “Hozzenharp”


Condividi su