Manutenzione: Come è fatta una armonica


La struttura di una armonica diatonica è molto semplice ma geniale !

E’ composta essenzialmente da tre moduli separabili:

  • Cover: guscio esterno
  • Reed Plates: lamine di metallo che contengono le ance
  • Comb: corpo centrale

Cover (guscio esterno)

Oltre a dare il look allo strumento questo elemento conferisce un timbro ed un suono differente ad ogni modello. E’ un cassa “armonica” vera e propria. E’ quasi sempre in metallo cromato o verniciato, per permettere al suono di espandersi con libertà e facilità.


Reed Plates

Sono il cuore dello strumento. Formate da due lamine una superiore a l’altra inferiore.

Il suono dell’armonica viene prodotto dalla vibrazione generata dal passaggio dell’aria sulle ance, sottili lamine solitamente d’ottone ma anche bronzo al fosforo o acciaio, fissate a un’estremità alle lamine superiore e inferiore solitamente realizzato in ottone.

Il Reed Plates superiore è responsabile delle note soffiate e del bending in aspirato, mentre quella inferiore delle note aspirate e delle bending sulle note soffiate.

Infatti nel momento in cui facciamo un bending, ad esempio sul terzo foro aspirato, comincerà a vibrare oltre all’ancia inferiore anche l’ancia superiore sino a quando sarà solo l’ancia superiore a vibrare. (Per maggiori dettagli consulta la pagina sul bending).

Soffiato
Aspirato

La parte più delicata di questi elementi sono appunto le ance a la loro regolazione.

Il setup più significativo è il GAP.
E’ la differenza in altezza che sussiste tra l’estremità libera dell’ancia e il Reed Plates.
Questa altezza dovrebbe essere regolata con attenzione in base al proprio modo di suonare e alla quantità di fiato che si inspira o si emette.

GAP

In pratica, ogni modello viene prodotto con una altezza standard piuttosto evidente per adattarsi ad un più ampio uso e tipologia di armonicista.
Se il GAP è troppo piccolo potrebbe accadere che se si soffia o si aspira con troppa energia o impeto, l’ancia potrebbe incepparsi, mentre se il GAP è troppo ampio, l’aria fuoriesce eccessivamente rendendo l’armonica troppo “dura” (usando il gergo tecnico), cioè sfiata e le note hanno meno volume.

La regolazione delle varie altezze del GAP su ogni ancia, adattate al proprio modo di emettere il fiato, è una pratica avanzata ma decisamente importante per ottenere un controllo ottimale sullo strumento.


Il “COMB” (corpo centrale)

Il Comb (corpo centrale) è realizzato prevalentemente con uno dei tre materiali:

  • legno
  • plastica
  • metallo

Molte aziende produttrici o artigiani indipendenti (customizzatori) hanno prodotto e sperimentato differenti materiali con sonorità e particolarità timbriche nuove.

Il legno conferisce alle armoniche un suono senza alcun dubbio più brillante e robusto rispetto ad altri materiali, ma questa qualità positiva è accompagnata da un paio di controindicazioni.

La prima è che non sempre il contatto tra il corpo in legno e il Reed Plates riesce a garantire una buona tenuta all’aria; difetto accentuato da alcuni modelli in cui vengono usati i chiodini per fissare le parti e non delle viti passanti.

La seconda, e forse più seccante controindicazione, è quella causata dal non perfetto allineamento, davanti all’imboccatura, delle zone di separazione in legno del Comb. Ciò è causato da fatto che, per effetto della inevitabile salivazione, il legno non adeguatamente stagionato su alcuni modelli, si gonfi dilatandosi. Inoltre ciò crea anche problemi di tenuta generale.

Una buona soluzione per questo difetto è messa in atto da alcuni modelli in cui il bordo a contatto con le labbra, sono rivestite con una spessa verniciatura che assicura una più durevole resistenza alla saliva.
Per questo è consigliabile per chi inizia o comunque per chi studia molte ore lo strumento, usare armoniche con il corpo in plastica o metallo.

La plastica se risolve in buona parte i problemi precedenti ha come difetto il fatto di dare un suono ovattato e scuro, cosa assolutamente impercettibile se si suona in elettrico con microfono e distorsore. Inoltre, cosa non indifferente è un materiale lavabile.

Infine il metallo, concilia tutti i pregi del corpo in plastica e in più assicura allo strumento un suono squillante (forse un po’ troppo). La decisione di preferire un modello con il Comb in metallo, è spesso dettata da gusti personali.

I modelli dotati di corpo in metallo costano più del doppio di un modello tradizionale in legno o plastica Il metallo utilizzato solitamente è l’alluminio anodizzato.


Condividi su