Manutenzione: Come si smonta


Certamente smontare una armonica non è una operazione molto difficile, ma ci sono alcune cose che è meglio sapere se si vuole evitare di accorciarne la vita.

L’intervento di manutenzione su una armonica è una prassi che va effettuata per casi particolari, come ad esempio la pulizia profonda, la sostituzione di un’ancia danneggiata o per la regolazione del GAP.

E’ meglio non abusare; a lungo andare si allenteranno le meccaniche e l’armonica comincerà a diventare più “dura” a causa della perdita di aderenza tra il Comb, il Reed Plates e le Cover, con l’inesorabile sfiatamento.

Infatti può capitare che, dopo averla smontato lo strumento, c’è sempre la sensazione (giustificata) di percepire le note meno pronte, reattive o dure, soprattutto se l’armonica ha il Comb in legno fissato con chiodini.

Un ulteriore consiglio è dosare per bene la forza quando si avvitano le parti interne. Sarebbe opportuno usare cacciaviti di piccole dimensioni, adeguate alle viti che si stanno smontando, così eviterete di spanare le filettature.

Bisognerebbe prestare molta attenzione quindi alle viti che si trovano all’interno dello strumento e tengono insieme il Comb e il Red Plates.

Per quanto riguarda le armoniche cromatiche, la massima attenzione è rivolta alle valvole che sono presenti sopra alcune ance. E’ estremamente facile piegarle distrattamente e danneggiarle.
Le valvole sono di fondamentale importanza perché danno una tenuta maggiore al fiato.

Bisognerebbe prestare molta attenzione, inoltre, ad alcuni modelli come le Golden Melody della Hohner che hanno il Comb realizzato con un tipo di plastica dura e molto poco resistente, infatti una pressione un po’ più eccessiva sulla cassa potrebbe scheggiarla o addirittura spezzarla.


A cosa dobbiamo stare attenti

Non sottovalutate mai uno strumento musicale anche se poco costoso. A parte il valore affettivo che può acquisire negli anni un particolare modello, legato ad un concerto o ad un avvenimento, ogni armonica ha una sua personalità ed una propria vita.

Molte armoniche, anche quelle economiche, col tempo, acquisiscono un suono migliore, le ance si assestano nelle posizioni corrispondenti alla vostra pressione del fiato, la tenuta migliora ed infine il legno (in quei modelli provvisti) si va stagionando diventando anche più resistente alla saliva.


Condividi su