OverBlow, OverDraw e OverBending


Con la tecnica del Bending abbiamo visto come sia possibile ottenere note che normalmente non sono presenti soffiando o aspirando normalmente sui fori di una armonica diatonica.

Lo schema sottostante mostra le note ottenibili con la tecnica del Bending (quelle al di fuori dell’armonica).

Ma dopo un semplice conteggio, ci si accorge che mancano diverse note per completare una scala cromatica o meglio tre scale cromatiche su tutte e tre le ottave dello strumento.

Esiste infatti una ulteriore tecnica che permette di far ciò e viene, per convenzione, chiamata OverBlow per le note soffiate e OverDraw per quelle aspirate.

Le note che si ottengono con questa tecnica sono segnate in rosso nello schema sotto riportato.


Prima di iniziare

Prima di iniziare ci sono due cose importanti che vanno prese in considerazione:

  • quale armonica è la più adatta, soprattutto quando si deve iniziare lo studio
  • quali accorgimenti tecnici si devono adottare per essere nelle condizioni di suonare facilmente queste note.

Quali armoniche comprare per OverBlow e OverDraw

Nonostante sia possibile applicare questa tecnica a quasi tutte le armoniche diatoniche in commercio, ci sono alcuni modelli che sono sicuramente più consigliati soprattutto se si è all’inizio.

Tra questi troviamo la Special 20, la Golden Melody, la Marine Band Deluxe o la CrossHover della Hohner.
Ma anche la Manji della Suzuki o la 1847 Classic della Seydel.


Regolazione del GAP delle ance

E’ decisamente importante, sopratutto le prime volte che si prova con questa tecnica, regolare le ance dello strumento. Il setup più significativo è il GAP.
E’ la differenza in altezza che sussiste tra l’estremità libera dell’ancia e il Reed Plates.
Questa altezza dovrebbe essere regolata con attenzione in base al proprio modo di suonare e alla quantità di fiato che si inspira o si emette.

GAP

In pratica, ogni modello viene prodotto con una altezza standard piuttosto evidente per adattarsi ad un più ampio uso e tipologia di armonicista.
Se il GAP è troppo piccolo potrebbe accadere che se si soffia o si aspira con troppa energia o impeto, l’ancia potrebbe incepparsi, mentre se il GAP è troppo ampio, l’aria fuoriesce eccessivamente rendendo l’armonica troppo “dura” (usando il gergo tecnico), cioè sfiata e le note hanno meno volume.

Inoltre, cosa decisamente importante, maggiore è il GAP, più difficile sarà l’OverBlow e l’OverDraw.

La regolazione delle varie altezze del GAP su ogni ancia, adattate al proprio modo di emettere il fiato, è una pratica avanzata ma decisamente importante per ottenere un controllo ottimale sullo strumento.
Per maggiori informazioni guarda la pagina di come è fatta una armonica.


Infine esiste anche un ulteriore tecnica chiamata OverBending, che in pratica permette di effettuare il bending sull’OverBlow e OverDraw producendo ulteriori note.


I video Armonica Logos !

Nei 4 video del canale di Armonica Logos, troverai consigli e suggerimenti per iniziare correttamente con questa tecnica.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è iscriviti-a-youtube.png

Condividi su