Manutenzione: Come pulire e cosa


Esistono due modi per pulire le vostre armoniche.

Il primo consiste nel togliere solamente le inevitabili incrostazioni che si formano nell’imboccatura e circondano i fori. Queste sono solitamente nella parte anteriore del foro e sono di semplice rimozione grazie a degli stuzzicadenti. Non usiamo punte di metallo o cacciaviti in questa fase perché si potrebbe danneggiare involontariamente le ance o il Comb.

Non è necessario smontare completamente l’armonica per questa operazione, tuttalpiù si può togliere il cover svitando solamente le due viti laterali che le bloccano. Infatti anche qui si depositano talvolta delle incrostazioni.

Se invece sentite che il vostro strumento ha perso il suo suono originario e le note non sono più squillanti e pronte, allora conviene pulire anche il Comb e i Reed Plates.


Pulizia del Comb (corpo centrale)

Per il corpo, se in plastica o metallo, è sufficiente immergerlo sotto l’acqua calda del rubinetto ed inserire i bastoncini di cotone tra le zone di separazione.
Se invece il corpo è in legno non è conveniente usare dell’acqua per la sua pulizia, ma basta rimuovere manualmente le incrostazioni usando una lama da tagliabalsa.

L’acqua sul legno produce degli effetti disastrosi sullo strumento, infatti i legni con cui sono costruite le armoniche, spesso giovani e non stagionati, quando bagnati si dilatano e difficilmente ritornerà alle dimensioni di partenza una volta asciutto. Quindi la soluzione migliore è la rimozione manuale delle incrostazioni senza l’ausilio dell’acqua.


Reed Plates

Per li Reed Plates l’operazione è un po’ più delicata. La raccomandazione più ovvia è quella di maneggiarle con estrema attenzione.

Immergetele in acqua calda (60-80 gradi) per diversi minuti sino a quando non vedrete che il colore del Reed Plates diventi un po’ più chiaro. (Attenzione: questa procedura va bene per le armoniche diatoniche, e non per le cromatiche che contengono anche le valvole in plastica).

Successivamente, tolte dall’acqua ed ancora calde, sarà sufficiente inserire un plettro o una qualunque lamina di metallo sottile tra le ance come raffigurato in figura ed infine pulirle con del cotone o con una pezza umida.

L’aspetto più importante è seguire un movimento che va dal chiodo verso l’esterno, altrimenti si potrebbe rischiare di danneggiare l’ancia.

Uno strumento estremamente utile ed abbastanza economico (30 euro circa) è la lavatrice ad ultrasuoni. Potrà essere utilizzata sia per i Reed Plates che per le Cover ma anche per i Comb in plastica o metallo.


Cover

La Cover (guscio esterno), se non è in lega speciale tipo alluminio anodizzato come per la Maesterklasse della Hohner, si può facilmente arrugginire se, una volta lavata con l’acqua non si asciuga correttamente. Fai molta attenzione.

Infatti in alcuni modelli, la Cover è solamente verniciato e non cromato quindi, talvolta è possibile che si formi della ruggine sotto la verniciatura e ciò può risultare invisibile sino a quando il metallo non sia definitivamente compromesso.


Alcune semplici ed intuitive raccomandazioni da osservare per una buona e corretta pulizia dello strumento :

Non utilizzare solventi speciali per la pulizia.
Per lucidare la cromatura esterna o per la pulizia dei Reed Plates non si dovrebbero mai usare dei solventi speciali, ma solo dell’acqua calda.
Non pulire mai con acqua l’armonica senza averla smontato in tutte le sue parti.
Asciugate molto bene il guscio esterno (cover).
Al contrario dei Reed Plates che sono in ottone, la Cover è un metallo che può arrugginirsi facilmente.

Condividi su