un'Armonica con i fori grandi

I primi passi, dubbi, domande e richieste.
Rispondi
Avatar utente
coriandolo
=|o|=
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 23:25

un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da coriandolo » domenica 5 aprile 2015, 22:56

ciao ho due armoniche in C della Hohner una è la special 20 e una è la melody .Poi ho una Seydel blues session in G .Quest'ultima la riesco a suonare molto meglio , trovo i fori più velocemente e li "centro" più facilmente !Ho notato mettendo le armoniche sopracitate a confronto che la Seydel ha i fori più grandi delle altre due ed è leggermente più larga di dimensione .Vi chiedevo visto che volevo comprare un'altra armonica , se conoscevate un'armonica che ha i fori più grandi simile alla seydel.........niente vieta che potrei prendere un'altra Seydel blues session in C, ma...


Avatar utente
Nicola
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 649
Iscritto il: venerdì 4 aprile 2008, 20:12
Località: Vicenza
Contatta:

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da Nicola » domenica 5 aprile 2015, 23:22

Hai provato la Suzuki Bluesmaster?
Avatar utente
coriandolo
=|o|=
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 23:25

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da coriandolo » domenica 5 aprile 2015, 23:28

Nicola ha scritto:Hai provato la Suzuki Bluesmaster?
no..... !!per ora avevo letto e trovato che caratteristiche come forse richiedo potrebbe averla la Lee Oskar.
Lucky73
=|o|o|o|=
Messaggi: 109
Iscritto il: giovedì 9 ottobre 2014, 10:53

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da Lucky73 » lunedì 6 aprile 2015, 9:42

Dunque, all'inizio si è un po disorientati e fai bene a voler provare diversi modelli per poter scegliere quelli con cui ti trovi meglio.
Tieni conto di questa cosa: quando sei all'inizio ci sono armoniche che non riesci a suonare per niente e altre che sembrano piu facili. Quando diventi piu bravo scopri che anche le armoniche che all'inizio erano ostili riesci a scuonarle, pur avendo sempre delle preferenze. Se ti piacciono i fori grandi ti consiglio le seydel 1847 classic o se vuoi risparmiare le suzuki harpmaster (notare il nome, non bluesmaster). C'è una differenza sostanziale importante tra le varie armoniche che al di la della grandezza dei buchi è il tipo di corpo. Io ad esempio prediligo le "sandwich", quelle che sono piu schiacciate davanti e dietro, come la special 20 o la marine band o la seydel 1847, nonchè la harpmater. Però non fossilizzarti troppo sul buco grande :oops: .....
Parere mio personale assolutamente confutabile, le lee oskar sono le peggiori che ho utilizzato.
Avatar utente
coriandolo
=|o|=
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 23:25

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da coriandolo » lunedì 6 aprile 2015, 10:12

Luky grazie .......è vero come tutte le cose ad es dalle biciclette alle racchette da tennis allo sci ecc si crede che cambiando "attrezzo" tutto riesca facile.........e se non hai esperienza come si dice ........il buco lo centri male !! :P
Lucky73 ha scritto:Dunque, all'inizio si è un po disorientati e fai bene a voler provare diversi modelli per poter scegliere quelli con cui ti trovi meglio.
Tieni conto di questa cosa: quando sei all'inizio ci sono armoniche che non riesci a suonare per niente e altre che sembrano piu facili. Quando diventi piu bravo scopri che anche le armoniche che all'inizio erano ostili riesci a scuonarle, pur avendo sempre delle preferenze. Se ti piacciono i fori grandi ti consiglio le seydel 1847 classic o se vuoi risparmiare le suzuki harpmaster (notare il nome, non bluesmaster). C'è una differenza sostanziale importante tra le varie armoniche che al di la della grandezza dei buchi è il tipo di corpo. Io ad esempio prediligo le "sandwich", quelle che sono piu schiacciate davanti e dietro, come la special 20 o la marine band o la seydel 1847, nonchè la harpmater. Però non fossilizzarti troppo sul buco grande :oops: .....
Parere mio personale assolutamente confutabile, le lee oskar sono le peggiori che ho utilizzato.
Avatar utente
coriandolo
=|o|=
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 23:25

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da coriandolo » lunedì 6 aprile 2015, 10:27

Lucky scusa ancora.........mi piace suonare canzoni e melodie di tutti generi dalle colonne sonore di Morricone alle canzoni e canzonette di qualsiasi genere e epoca e soprattutto come ti ho precedentemente scritto amo il suono “caldo” .Un consiglio per la tonalità ??
Lucky73 ha scritto:Dunque, all'inizio si è un po disorientati e fai bene a voler provare diversi modelli per poter scegliere quelli con cui ti trovi meglio.
Tieni conto di questa cosa: quando sei all'inizio ci sono armoniche che non riesci a suonare per niente e altre che sembrano piu facili. Quando diventi piu bravo scopri che anche le armoniche che all'inizio erano ostili riesci a scuonarle, pur avendo sempre delle preferenze. Se ti piacciono i fori grandi ti consiglio le seydel 1847 classic o se vuoi risparmiare le suzuki harpmaster (notare il nome, non bluesmaster). C'è una differenza sostanziale importante tra le varie armoniche che al di la della grandezza dei buchi è il tipo di corpo. Io ad esempio prediligo le "sandwich", quelle che sono piu schiacciate davanti e dietro, come la special 20 o la marine band o la seydel 1847, nonchè la harpmater. Però non fossilizzarti troppo sul buco grande :oops: .....
Parere mio personale assolutamente confutabile, le lee oskar sono le peggiori che ho utilizzato.
Lucky73
=|o|o|o|=
Messaggi: 109
Iscritto il: giovedì 9 ottobre 2014, 10:53

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da Lucky73 » lunedì 6 aprile 2015, 11:10

Il concetto di suono caldo deve prima entrare nella testa e poi nell'armonica attraverso l'imboccatura e la tecnica, ancora una volta la chiave sta nel musicista e non troppo nello strumento. In generale un armonica col corpo in legno da un suono più caldo. Se vuoi un suono piu ovattato basta lavorare con le mani per chiudere alcune parti posteriori dell'armonica. Prova a sperimentare emettendo una sola nota o un accordo e a cambiare la posizione della mano con cui non tieni l'armonica, sentirai delle differenze.
La tonalità, beh uno strumento più acuto, diciamo dal DO in su suona piu squillante e lo vedo bene per il rock, il funk, l'afro. Se vuoi lavorare con gli accordi e con gli accompagnamenti allora scendi al Lab, SOL, Fa basso. La risposta dello strumento cambia con la tonalità, così come la difficoltà nel bending. Se vuoi davvero prendere confidenza con l'armonica in ogni sua espressione non limitarti. Comprane una in FA (quello alto normale) e una in SOL (quello basso normale). Vedrai che viaggi che ti fai, quella in FA risulterà ostica, selvaggia direi, ma quando impari a usarla davvero è uno strumento che grida. E' anche questione di gusti, le indicazioni sono generali però quando apprendi la tecnica su diverse tonalità diventi omogeneo.
Avatar utente
giuguar
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 673
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Località: Latina

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da giuguar » lunedì 6 aprile 2015, 12:58

Hai pensato a questa? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

http://www.harpelite.com/catalog/it/dia ... mbini.html

...non ti offendere Coriandolo, si scherza... :wink:
Avatar utente
coriandolo
=|o|=
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 23:25

Re: un'Armonica con i fori grandi

Messaggio da coriandolo » lunedì 6 aprile 2015, 13:06

hi hi :D .........c'è poco da scherzare !! Forse avrei problemi anche con questa !!!
giuguar ha scritto:Hai pensato a questa? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

http://www.harpelite.com/catalog/it/dia ... mbini.html

...non ti offendere Coriandolo, si scherza... :wink:
Rispondi