HARP SPIRIT

a cura di Manxcat.
Analisi ed impressioni sulle proposte musicali; storie di armoniche e di armonicisti.
Rispondi
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 8022
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

HARP SPIRIT

Messaggio da Manxcat » mercoledì 25 marzo 2020, 18:32

Buonasera a tutti.

Come tristemente noto a tutti, l'orribile pandemia che ci ha colpito ci tiene inesorabilmente in casa e, tra le altre cose, oggi mi va di scrivere qualcosa su questa sezione chiamata "Compendio Musicale", da me curata, per gentile concessione del Patron Triassi.

Come prima cosa dico che per me trascorrere diverse ore al giorno stando in casa a fare le mie cose e seguire i miei passatempi è normale routine quotidiana e lo faccio spesso, quasi sempre, a prescindere dall'obbligo attuale a causa del diffondersi del Corona Virus; negli ultimi dieci anni ho dedicato un tempo significativo all'armonica, pressoché ogni giorno, e non tanto per suonare, ma anche e soprattutto per studiare, per capire, per provare, per leggere di armoniche e di armonicisti, per seguire questo Forum, per organizzare le 5 edizioni dei "Giochi d'Autunno", i "Concerti d'Autunno" , alimentare il Music Lab e rispondere agli amici, andare in giro nei negozi di articoli musicali in cerca di armoniche.

L'ho fatto, e, se pur non come prima, continuo a farlo, volentieri e lo trovo, trovo l'armonica e la musica, un ottimo passatempo.

Poi c'è la passione per la radio, l'essere radioamatore, con la conseguente cura della mia stazione e delle mie radio e relative antenne, in continuo sviluppo e aggiornamento, un'altra cosa che mi tiene serenamente a casa.

Da questa seconda passione nacque una definizione comportamentale, nel giugno del 2011, qua sul Forum, basata sull'auspicio che anche tra armonicisti ci si dovesse comportare in un certo modo, che fu sancito in questo post, che, se qualcuno passasse di qua, invito a leggere:

viewtopic.php?p=24040#p24040

Perché vado a rivangare l'Harp Spirit?
Perché io stesso sono stato esempio di mancato Harp Spirit in una circostanza che in questo mio post voglio ricordare, e attraverso di essa voglio riproporre un brano bellissimo che eseguimmo, in tempi diversi, due di noi partecipanti alle attività del Music Lab.

Quindi, in sintesi, partendo dal concetto di Harp Spirit, si è sempre cercato di collaborare, di solidarizzare di fraternizzare, nella contesto della condivisione della passione per l'armonica, e non soltanto a parole, ma anche con i comportamenti tra i vari membri partecipanti all'attività del Forum.
Cercare di annullare le rivalità, di non essere troppo severi nei giudizi , di incoraggiare i nuovi arrivati, di essere aiutati da chi ne sapeva di più ha sempre fatto parte di questa regola e del comportamento di tutti nell'ambito del Forum, soprattutto nelle attività musicali che si svolgevano e si svolgono all'interno del "Music Lab", in cui nascono inevitabilmente dei dissapori e delle rivalità, alle quali bisogna ovviare.

In relazione a ciò, e venendo ai due brani che ho citato sopra, io ho sempre considerato che prima di mettere una nuova canzone sul Music Lab sia buona norma, in pieno rispetto dell'Harp Spirit di cui sopra, sapere ed accertarsi se detta canzone è stata o meno proposta precedentemente da altri, e, in caso affermativo, fare, nel post di presentazione di detta canzone, un accenno alla versione dell'amico che l'ha presentata prima di te.
Che so, per esempio, oggi vi faccio ascoltare "O Sole mio", brano che ha presentato anche l'amico Caio poche settimane fa . . .

E così siamo in pieno esempio di Harp Spirit; se invece si presenta il brano come se si fosse i primi a farlo, senza ricordarsi che lo stesso brano l'aveva già suonato, magari meglio di te, un altro partecipante al Forum, beh, mi sembra di non essere proprio in pieno ambito di Harp Spirit, così come non lo si è allorquando si viene a deporre un nuovo brano , alla "scappa e fuggi", senza curarsi se anche qualcun altro ha da poco fatto la stessa cosa, proponendo una canzone, per la quale si aspettava magari un cenno di riscontro e due parole di approvazione. Insomma, per mettere in atto un vero Harp Spirit, che poi altro non è che il collante che tiene insieme qualsiasi iniziativa, ci vuole un minimo di garbo, di attenzione, di rispetto e di sensibilità.

Io quella volta non la ebbi. E vengo al fatto.

Il 16 maggio del 2016, Baffo77, molto attivo in quei giorni sul Forum, in cui l'attività principale di tutti era quella mettere brani sul Music Lab, presenta una bellissima canzone di Lucio Dalla, intitolata "La Casa in Riva al Mare", da lui suonata e cantata, proponendola addirittura come una delle sue canzoni preferite, se non la preferita in assoluto, quindi una canzone molto importante per lui e che probabilmente gli suscitava bellissime sensazioni e bellissimi ricordi.

viewtopic.php?p=56656#p56656

Io ed altri l'ascoltammo, la commentammo, come si evince dal post e, sempre nel post, lui ringraziò con grande entusiasmo, in quanto a quella canzone teneva molto ed era per lui una canzone molto importante.

Ebbene, successe poi che il 10 agosto del 2018, rimasto colpito da un video in cui avevo ascoltato una straordinaria Fiorella Mannoia cantare quella canzone, dopo averla un po' studiata mi misi a registrarla, ovviamente per il Music Lab, senza minimamente ricordarmi che quella che stavo facendo era proprio la canzone di Baffo 77, la sua preferita, quella che aveva suonato e cantato con tanta passione e per la quale gli avevo fatto anche dei complimenti.

Quando, molto gentilmente, devo dire, me lo fece notare, ci rimasi malissimo e la prima cosa di cui mi vergognai con me stesso fu che, quale promotore del concetto di harp spirit, io stesso non lo avevo messo in atto!

Insomma, a parte questa lunga dimostrazione che anche senza avere nulla da dire si possono fare dei bei discorsi, i quali, a volte, in certi passaggi, possono perfino suscitare curiosità ed interesse, e forse anche qualche sentimento, essenzialmente vorrei concludere dicendo che l'interpretazione di Fiorella Mannoia, alla quale entrambi, io e Baffo 77 ci siamo ispirati, è davvero qualcosa che fa venire la pelle d'oca, bellissima in tutto, lei compresa, ovviamente, e consiglio a tutti di ascoltarla:

https://youtu.be/QWlY6KaQVEc

Pensate, trovarsi tutta la responsabilità di essere al centro dell'azione e di dover cantare, con i musicisti, il coro, il controcanto, i tecnici dell'audio e della registrazione e proporre una simile performance è roba per pochi eletti, in questo caso per un'artista veramente brava!

Bene non mi resta che concludere con la mia versione, anche per me importante, in quanto, nell'impararla me ne innamorai, pur se fino al momento in cui non fu proposta da Baffo 77, a dire il vero, nemmeno la conoscevo!

viewtopic.php?p=60365#p60365

La trovate in fondo al post.

Vorrei aggiungere che se qualcuno avesse fatto lo sforzo di leggere tutto questo, può anche leggersi tutto il post di cui al link qua sopra, in quanto contiene degli spunti utili per chi suona la cromatica, nei quali si parla di tonalità e di relativi accidenti in chiave, e come a volte possano risultare utili certe particolari attenzioni per facilitarsi il compito dell'esecuzione.

Cordiali saluti,

Carlo


I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Rispondi