Armoniche Ottave

Sezione dedicata agli strumenti per la musica popolare.
Rispondi
Rensenior
=|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 349
Iscritto il: martedì 21 luglio 2015, 10:32
Località: Bologna

Armoniche Ottave

Messaggio da Rensenior » mercoledì 25 novembre 2015, 15:17

Visto , come tutti sappiamo, che a differenza di chitarre, fisarmoniche ecc. le armoniche non si possono provare, approfitto del sito per sentire i pareri di chi già ne ha esperienza. Da vari mesi ho una Seductora Hering (40/80-do/sol), ma solo ora ho cominciato ad apprezzarla, utilizzandola con più frequenza e costanza. Ottave e tremolo, per il mio gusto e "repertorio", sono preferibili alle diatoniche "normali"(ne ho una quindicina)- anche se queste ultime hanno una varietà di modelli molto stimolante. Mi pare che Manxcat abbia la seductora. Chiedo a lui e a quant'altri la conoscano (Luisiccu?) se anche a loro questa sembri un tantino "scordata".
So poi che la lieblinge Hohner è molto apprezzata,e, chissà. per Natale potrei chiederla in regalo a Babbo Natale. Quale modello è preferibile? 32 40 48 ? Ho visto che anche la Seydel fa il modello Club, con accordatura diversa. Con le Seydel finora sono stato molto sfortunato: ho la fanfare e la Mountain Harp. a una "visita di controllo". Mi interessa comunque avere qualche parere. Ciao a tutti
Renato


Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 8124
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Manxcat » mercoledì 25 novembre 2015, 16:16

Ciao Renato, effettivamente, come tu dici, anch'io rilevo nelle armoniche ad ottave, specie se suonate ad accordi o a note doppie, delle dissonanze, ma non solo nella Seductora; forse nella Seductora si sentono meglio, perché trovo che abbia un suono più forte, più squillante, rispetto alle Unsere Lieblinge della Hohner. Non saprei dirti se ciò sia dovuto alla nostra scarsa abitudine ad ascoltare due note distanti un'ottava l'una dall'altra o se sia un fatto reale, dovuto magari al discorso dell'accordatura "just tuning" o "equal tuning" (non so quale delle due venga adottata per le ottavine), di cui sarai sicuramente a conoscenza. L'una viene fatta a vantaggio del suono ad accordi, l'altra a vantaggio della nota singola, con estrema precisione. Non escluderei, inoltre, che le due ance che formano un'unica nota possano a volte essere disallineate, anche di pochi Hertz e creare quell'effetto di scordatura.
Fatto sta che mi capita di sentirlo anche a me.
Anche Luisiccu ha una Seductora, ma di questo problema non abbiamo mai parlato.
Per quanto riguarda le Unsere, ho la 48, la 32 e la 24; preferisco, per dimensioni e suono, la 32.
Circa Seydel dici bene: sei stato sfortunato. Le trovo ottime armoniche e mi piacciono molto, per esempio le Session Steel.
Ciao, buona serata.
Carlo
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
Bensi
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 204
Iscritto il: sabato 21 dicembre 2013, 23:54

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Bensi » mercoledì 25 novembre 2015, 17:22

Anche io con le Octave ...sento qualche suono non sempre armonioso.
Pero' la situazione è migliorata molto da un po' di tempo...o mi sono abituato io o suono un po' meglio.

Di ottave ne ho tre :
la Comet Wender C/G
la Comet G
e la Unsere Liebelinge a 48 fori in C

la prima e l'ultima..stupende ! la comet solo in G da 40 fori..è un po' secca e si fa fatica a suonarla ...le altre vanno come il vento !

Ciao
Avatar utente
ginogatt
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 217
Iscritto il: domenica 1 luglio 2012, 17:56

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da ginogatt » mercoledì 25 novembre 2015, 20:45

Ciao Rensenior
io ho una Unsere Liebelinge e una Marineband ad ottave (che non fanno più ho notato ora).
Non ho riscontrato niente di quello che dici e che anche Carlo lamenta. Forse non sono così perfezionista sul suono. Di sicuro non le uso a nota singola ma ad accordi e poi ci gioco suonando a volte una sola ancia del duetto a volte l'altra e poi tutte due assieme. Ci faccio (leggi provo ... ;) ) qualcosa di simile al Cajun e alle canzoncine dialettali trevisane ...
Comunque le due Honer mi piacciono molto.
Ho anche una comet ottave a doppia tastiera ma quella si è strana. O forse è solo troppo grande e suona diversamente per quello boh !
:D
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|=
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Woyzeck » giovedì 28 maggio 2020, 22:34

Ciao a tutti :)
... allora, oggi sono andato a ritirare la Hohner Comet 40 C che avevo ordinato poco prima del blocco Covid-19.
Vi do le mie primissime impressioni: me la aspettavo più grande di dimensioni, nelle foto e nei video sembrava un oggetto più massiccio, mentre al contrario è snella e sottile.
Il suono in effetti è bello, rotondo e particolare; ho fatto qualche prova suonando qualche frammento dei pochi brani che conosco e, come faccio più spesso, improvvisando. Al contrario dell'immediatezza con cui ho potuto suonare la Seydel Mountain Harp con l'accordatura Solo, con questa ottava faccio più fatica ad orientarmi sulla tastiera.
Dovrò farci l'abitudine. Certo che passare da uno strumento ad un altro, specie quando sono così diversi, all'inizio fa venire i giramenti di testa... :)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|=
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Woyzeck » sabato 30 maggio 2020, 15:27

A furia di suonare, le cose con la Comet vanno meglio... anzi, ci sto prendendo gusto, ha un bel suono davvero. :)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Luisiccu
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1540
Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:18
Località: Decimoputzu (CA)

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Luisiccu » martedì 2 giugno 2020, 9:58

Ti auguro tante soddisfazioni. Il salto da un'accordatura all'altra non ti creerà grandi problemi anzi ti stimolerà ancora di più nell'applicazione e nell'attenzione al suono che è la cosa più importante.

Il suono della COMET a me piace molto l'unica cosa che me la fa utilizzare poco è una certa sensazione di fragilità. Insomma per come la suono io
( vedi viewtopic.php?f=39&t=7479 ) mi pare che l'uso prolungato la induca ad un suono un poco "sordo".

Ma forse è solo una mia sensazione... Errare umanum est.

Saluti ad ottave
Luisiccu
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|=
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Woyzeck » martedì 2 giugno 2020, 15:15

Luisiccu ha scritto:
martedì 2 giugno 2020, 9:58
Il salto da un'accordatura all'altra non ti creerà grandi problemi anzi ti stimolerà ancora di più nell'applicazione e nell'attenzione al suono che è la cosa più importante.
Grazie dell'augurio, Luisiccu, che gradisco e ovviamente ricambio. Questa tua frase la quoto e la sottoscrivo. Concentrarsi sul suono è importantissimo. A volte, quando posso, mi distendo sul letto, chiudo gli occhi e comincio ad improvvisare lentamente, seguendo ogni vibrazione delle ance, prima con suoni lunghi, poi via via aggiungendo qualcosa. :)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Rensenior
=|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 349
Iscritto il: martedì 21 luglio 2015, 10:32
Località: Bologna

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Rensenior » mercoledì 3 giugno 2020, 15:54

Dopo un quinquennio, mi pronuncio di nuovo anch’io.Ebbene: ottima la Liebelinge( ne ho una 48 in do è una 40 in fa); ottima la Seductora sol/do, che oggi,forse perché rodata, trovo intonata; Tombo 16, eccezionale nel prezzo, nel suono e con accordatura Solo, così come la sorella maggiore. C’è anche la Suzuki, al momento di impossibile reperibilità.Come ho più volte sostenuto, Tombo e Suzuki, per suonabilita’ e grazie all’accordatura, senza nulla togliere alle altre, hanno la cosiddetta marcia in più.
Saluti
Rensenior
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|=
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Woyzeck » martedì 30 giugno 2020, 10:42

Ho acquistato anche una Comet 32, ormai uscita di produzione, presso un negozio che ne aveva ancora una in un cassetto. :) Non che ne avessi estremo bisogno, ma vista l'occasione...
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Luisiccu
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1540
Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:18
Località: Decimoputzu (CA)

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Luisiccu » giovedì 2 luglio 2020, 17:17

Woyzeck
ti ho colto sul fatto. Sei affetto da un morbo molto diffuso fra i soffiatori e gli aspiratori di armonica:
ARMONICITE PERNICIOSA

Sintomi

Trovarsi “per caso” davanti ad una vetrina di un negozio di strumenti musicali per ammirare un basso tuba. Uscire dopo circa un quarto d’ora dal negozio con tre armoniche “speciali” introvabili.
Il portafogli che va verso il verde.
Il ritorno a casa immediato per far cantare subito i magnifici strumenti.
La convinzione di aver fatto un affarone.
La certezza che non capiterà mai più un’occasione simile. Salvo eccezioni: tante. Anche domani probabilmente. Perché hai adocchiato quell’altro modello che non di dico quanto sia intrigante. Pensa un poco: il sogno di sempre.
Si è vero, magari non è il momento giusto ma se poi quel gioiello sparisce che fai?
Ma sì domani è un altro giorno: eccotelo qua il nuovo acquisto… e poi… e poi…
….

Rimedi

Da ex malato del temibile morbo ti suggerisco i rimedi:

Gira alla larga dai negozi di strumenti musicali fisici o virtuali.
Sono subdoli e allettanti.
Se ci vai e sei sposato ricordati che tua moglie aspetta da anni la pelliccia sintetica consigliata dai bestialisti e dalla Bimbilla al posto di quella autentica.
Se hai figlioli in giovane età ricorda che devi aggiornare il loro parco telefonini ultimo grido che parlano e ragionano da soli.
Se sei libero da impegni così prosaici pensa che figura con un nuovo completo ultimo grido da sfoderare in giro.
Se proprio vuoi essere un perfetto cittadino dai in beneficienza al fisco italiano quanto hai messo da parte per le armoniche. E’ un’istituzione benevola e paterna che si preoccupa affinchè noi comuni mortali non facciamo spese inutili o anche utili. Che sa spendere meglio di noi. Altro che armoniche.
Quando ti viene la brutta tentazione di andare ad armoniche pensa a quanto devi investire per recuperare spazi e mobili per loro. E poi tenerle in ordine. Smontarle e rimontale. Lucidarle. Fare l’inventario. Evitare che finiscano nel piatto della pastasciutta. Coccolarle.
Pensa che alla fine ti potrebbe anche capitare di suonare peggio di Luisiccu. E questo sarebbe un vero dramma. La dimostrazione che al peggio non c’è un limite.

Insomma bisogna essere forti e resistere alla tentazione…
….. ….
…. ….
Senti un poco: ti voglio chiedere una cosa, sottovoce. Emh… conto sulla tua discrezione...
Non è che in quel negozio di cui hai parlato… c’è qualche altro cassetto in cui tengono un modello da recuperare alla luce? Ad un prezzo ragionevole, s’intende. Mi raccomando acqua in bocca… E’ una cosa riservatissima… Ho tutto il parco armoniche in ansia. Non voglio dare delusioni…
…………
Salutissimi ad ottave
Luisiccu
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|=
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Armoniche Ottave

Messaggio da Woyzeck » venerdì 3 luglio 2020, 7:52

Bel post, Luisiccu :) Dovresti scrivere un libro sulla filosofia dell'armonica, in tutte le sue sfaccettature. Secondo me ti divertiresti a scriverlo almeno quanto mi divertirei io a leggerlo... pensaci! ;)

Effettivamente sì, non posso negarlo, ho sempre avuto l'attrazione per i negozi di strumenti... infatti ne ho parecchi disseminati qua e là. Se poi ci aggiungiamo anche il collezionismo (leggasi: accumulo) discografico, l'opera è completa. Solo il portafoglio a volte mi trattiene... ma più che altro rimando, non escludo. Se mi parte il tarlo, prima o poi devo concludere l'affare.
Quel negozio aveva un altro modello raro, che ovviamente ho acquistato: una Hohner Bravo! a 28 voci, un'altra Tremolo molto carina e semplice, con comb in legno. Nulla di sofisticato, ma già che c'ero... Per il resto, avevano solo le immancabili diatoniche 10 fori (del resto, siamo in dittatura... le Tremolo stanno scomparendo per volontà del divino commercio). Forse hanno ancora una Comet 32, ma credo che tu l'abbia già. In un altro negozio ho preso una Hohner Puck, perché la trovo deliziosa nel suo design composto, compatto ed essenziale contrapposto ai barocchismi della decorazione sui coperchi. E poi ha un bel suono.
Un saluto!
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Rispondi