House of the rising sun

Fai commentare qui i tuoi esperimenti musicali.
Rispondi
StefanoCole
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 257
Iscritto il: domenica 14 febbraio 2016, 1:11
Località: Milano

House of the rising sun

Messaggio da StefanoCole » venerdì 22 marzo 2019, 22:22

Un saluto a tutti gli armonicisti del forum.

Nella prima parte ci sono alcune imperfezioni, la seconda è andata un po' meglio.
Allego la backing track per chi volesse esercitarsi.
Suonata con una Hohner Special 20 in Sol.

Buon fine settimana, Stefano
Allegati
Special 20 in Sol
House of the Rising Sun2.mp3
(3.23 MiB) Scaricato 9 volte
Backing track
House of the Rising Sun Backing Track (no solo) Acoustic Guitar #Edgerton.mp3
(4.69 MiB) Scaricato 11 volte


Avatar utente
DeMello
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 239
Iscritto il: giovedì 23 gennaio 2014, 10:12
Località: Tra i monti del Trentino

Re: House of the rising sun

Messaggio da DeMello » sabato 23 marzo 2019, 9:07

Ciao Stefano e grazie della proposta. Adoro questa canzone.

Bella impegnativa in Sol con tanto di bending, per niente facile da eseguire.

Vedo che anche tu in quanto alla scelta dei brani non ti risparmi affatto :). Complimenti.

Buon Week end
Alessio
Peace and Love
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: House of the rising sun

Messaggio da Manxcat » sabato 23 marzo 2019, 11:28

Mamma mia, Stefano, soffi come un drago!
Senza voler essere né troppo generoso, né troppo critico, personalmente apprezzo molto la scelta del brano ed i buoni spunti e gli altrettanto buoni passaggi che ci sono, ma nell'insieme dell'esecuzione c'è ancora molto da lavorare, per renderla sostenibile; quei bending spezzano il ritmo e la continuità della melodia. Secondo me sarebbe meglio scendere a brani o semplicemente a tonalità più facili, curando di più la melodia, in tutte le sue battute, lasciando la parte dell'arrangiamento alla base.
Accostando la musica alle automobili, faccio spesso un esempio, che è questo: mi piace di più un'utilitaria tenuta bene e pulita che un'auto di lusso malridotta e sporca; e così qua, preferisco un brano semplice e curato ad uno potenzialmente più bello ma che lasci un po' a desiderare . . .
Tuttavia, trattandosi di un "laboratorio musicale" è giusto presentare una bozza, perché di questo si tratta, e sentire le impressioni di chi ascolta per poi portarla a miglioramento. Ed in questo ci siamo, e sei sulla strada giusta.
Grazie della proposta.
Carlo
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
StefanoCole
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 257
Iscritto il: domenica 14 febbraio 2016, 1:11
Località: Milano

Re: House of the rising sun

Messaggio da StefanoCole » sabato 23 marzo 2019, 16:50

Ciao Stefano e grazie della proposta. Adoro questa canzone.

Bella impegnativa in Sol con tanto di bending, per niente facile da eseguire.

Vedo che anche tu in quanto alla scelta dei brani non ti risparmi affatto :). Complimenti.
Ciao Alessio, grazie mille per il riscontro.
Ultima modifica di StefanoCole il sabato 23 marzo 2019, 17:19, modificato 1 volta in totale.
StefanoCole
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 257
Iscritto il: domenica 14 febbraio 2016, 1:11
Località: Milano

Re: House of the rising sun

Messaggio da StefanoCole » sabato 23 marzo 2019, 17:18

Senza voler essere né troppo generoso, né troppo critico, personalmente apprezzo molto la scelta del brano ed i buoni spunti e gli altrettanto buoni passaggi che ci sono, ma nell'insieme dell'esecuzione c'è ancora molto da lavorare, per renderla sostenibile; quei bending spezzano il ritmo e la continuità della melodia. Secondo me sarebbe meglio scendere a brani o semplicemente a tonalità più facili, curando di più la melodia, in tutte le sue battute, lasciando la parte dell'arrangiamento alla base.
Accostando la musica alle automobili, faccio spesso un esempio, che è questo: mi piace di più un'utilitaria tenuta bene e pulita che un'auto di lusso malridotta e sporca; e così qua, preferisco un brano semplice e curato ad uno potenzialmente più bello ma che lasci un po' a desiderare . . .
Tuttavia, trattandosi di un "laboratorio musicale" è giusto presentare una bozza, perché di questo si tratta, e sentire le impressioni di chi ascolta per poi portarla a miglioramento. Ed in questo ci siamo, e sei sulla strada giusta.
Ciao Carlo, hai ragione. E' una cosa sperimentale da cui mi sono lasciato tentare vista anche la bellezza del brano. Deve essere raffinata, e ci vorrà tempo, ma penso che per ora la accantonerò. Io "studio" blues (l'ho scritto tra virgolette perché seguo delle lezioni on-line, quindi con tutte le limitazioni del caso), per cui i brani futuri saranno canzoni di studio, tipo "Temperature", partendo dalla prima che ho fatto molto semplice, senza bending ("Temperature" sarebbe già di un gradino più in alto), e a seguire qualcosa di un po' più impegnativo. Non sono molti brani, si tratta di due o tre canzoni, ma per prepararle ci vuole tempo.
Intanto ti ringrazio per i suggerimenti che mi hai dato, per me è importante avere un riscontro e sapere cosa ne pensano gli altri.

A presto, Stefano
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: House of the rising sun

Messaggio da Manxcat » sabato 23 marzo 2019, 17:35

StefanoCole ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 17:18

Ciao Carlo, hai ragione. E' una cosa sperimentale da cui mi sono lasciato tentare vista anche la bellezza del brano. Deve essere raffinata, e ci vorrà tempo, ma penso che per ora la accantonerò. Io "studio" blues (l'ho scritto tra virgolette perché seguo delle lezioni on-line, quindi con tutte le limitazioni del caso), per cui i brani futuri saranno canzoni di studio, tipo "Temperature", partendo dalla prima che ho fatto molto semplice, senza bending ("Temperature" sarebbe già di un gradino più in alto), e a seguire qualcosa di un po' più impegnativo. Non sono molti brani, si tratta di due o tre canzoni, ma per prepararle ci vuole tempo.
Intanto ti ringrazio per i suggerimenti che mi hai dato, per me è importante avere un riscontro e sapere cosa ne pensano gli altri.
Caro Stefano, purtroppo la staticità di una registrazione è come quella di una foto, ed è per sempre.
Voglio dire che, se per tua stessa ammissione, nella prima parte o altrove ci senti delle discrepanze, ebbene, visto che di registrazione si tratta, perché non rifarla? Vedi, se ti vengo a trovare e ti chiedo di suonarmi quel brano e tu me suoni così, io ti faccio un enorme applauso, perché ci hai messo tutto quello che potevi metterci ed il risultato è stato encomiabile; ma la registrazione è un'altra cosa: se ci vengono troppi rumoracci, ad esempio, meglio rifarla, cercando di trovare il modo di non farceli venire.
Ma capisco anche che la voglia di far sentire quanto abbiamo creato sia più forte di certi ragionamenti . . . :lol:
Ed io sono il primo a predicare bene e razzolare male! :oops:
A presto,
Carlo
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
Luisiccu
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1488
Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:18
Località: Decimoputzu (CA)

Re: House of the rising sun

Messaggio da Luisiccu » domenica 24 marzo 2019, 17:52

Stefano,
complimenti per la molto promettente interpretazione. E solo facendo che si migliora. Compresa la registrazione.
Senza passare per un mostro di bravura che non sono mi permetto di darti qualche consiglio per la registrazione.
Personalmente uso un registratorino grande meno di un pacchetto di sigarette, digitale stereo: ICD-UX200 della SONY( Due microfoni integrati). Al tempo in cui lo acquistai costava all'incirca 100 €. Con le stesse caratteristiche modelli simili oggi costano poco più della metà. Lo utilizzo con la sensibilità minima. Con quella massima registra anche... l'odore (!!!???). Lo dispongo su una sedia a circa 70 cm dall'armonica. In questo modo riporto praticamente a zero il rumore-fiato e ottengo un riverbero naturale senza alcun trucco informatico. Mi rendo conto che mi accontento di poco ma a me basta e avanza. Altro vantaggio: lo tengo sempre acceso quando suono. Per cui neppure mi ricordo che c'è. Il risultato è quello di avere registrazioni estremamente naturali. Fra cui scegliere poi quella meno peggio. Con un programma tipo Audacity taglio le parti superflue. Penso che lo stesso risultato si possa ottenere con telefonini o simili. Poi ci sono altri mini registratori più costosi. Ne ho provati ma i risultati non sono molto diversi. Per cui chi si accontenta gode lo stesso.
Salutoni armonici
Luisiccu
StefanoCole
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 257
Iscritto il: domenica 14 febbraio 2016, 1:11
Località: Milano

Re: House of the rising sun

Messaggio da StefanoCole » domenica 24 marzo 2019, 18:41

Ciao Luigi, grazie mille per i consigli.
Rispondi