Over the Rainbow

Fai commentare qui i tuoi esperimenti musicali.
Rispondi
danilo pucci
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 717
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 16:58

Over the Rainbow

Messaggio da danilo pucci » domenica 28 aprile 2013, 8:50

Non e' una semplice canzoncina ma un duetto ! :lol:
Duke, il mio canino ha aspettato un minuto e mezzo e poi si e' fatto coraggio con due timidi acuti. Perche' rifarla mi son detto e cosi' buon ascolto e buona domenica.
Danilo
Allegati
Over the Rainbow MP3.mp3
(1.06 MiB) Scaricato 74 volte


Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Manxcat » domenica 28 aprile 2013, 9:12

Bella, Danilo, soprattutto per il ritmo e la dinamica che le hai voluto imprimere; è una canzone stupenda. Complimenti a Ellington per l'ottimo controcanto.
Carlo
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Masnado
=|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 368
Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2012, 20:35
Località: Verona

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Masnado » domenica 28 aprile 2013, 9:24

Perbacco che veloce!! Ti mette quasi allegria! :)
Bella Danilo!
Questa è una bellissima canzone....
Salvatore
Avatar utente
harrel
=|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 410
Iscritto il: venerdì 29 marzo 2013, 12:02

Re: Over the Rainbow

Messaggio da harrel » domenica 28 aprile 2013, 13:07

Veramente una bella esecuzione,bravo Danilo!
Ti chiedevo,visto che io questa la suono discretamente con la tromba,è possibile suonare la base con l'armonica?se si dove potrei trovare la tablatura della base?quando saprò suonare discretamente l'armonica allora farò il contrario,in quanto ho già programmi che mi convertono in partiture i midi delle basi per tromba.
Grazie e di nuovo bravo! :wink:
[color=#0000FF]Dove il mondo fallisce, parla la musica.[/color]
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da robertoguido » domenica 28 aprile 2013, 13:42

Mannaggia alla TIM :D
Mi sono recentemente comprato lo spartito per piano nella versione di Toni Bennet!

Bella questa versione "country"! Bravo!

Ma io sono più per le robe più languide, ecco il mitico Toots http://youtu.be/RxnGl8aUn18?t=2m40s :mrgreen:

Comunque... prima o poi mi ci riprovo a suonarla anche con l'armonica
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
danilo pucci
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 717
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 16:58

Re: Over the Rainbow

Messaggio da danilo pucci » domenica 28 aprile 2013, 15:36

Per Harrel
I tuoi desideri mi sembrano un po' complessi, comunque se ho capito bene vorresti la tablatura della base. :? Per le basi, ogni tanto perdo una giornata per farne un po' di scorta e rifare il percorso all'indietro e' quasi impossibile ma ci provero' :? e poi ti sapro' dire.

Per Roberto
Grazie per il bravo e auguri per la tua eventuale futura versione che magari mi provo a suonare anch'io. :wink:
Danilo
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da robertoguido » domenica 28 aprile 2013, 18:28

Rispondendo a Danilo mi sono dato un'idea... folle: Ho fatto un duetto con Toots Thielemans :o :o :o

Ho comprato il brano del link di Toots che ho postato qui sopra e, visto che a Toots non gli è venuto in mente di suonare subito... ci ho pensato io :mrgreen: L'ho messo in Logic come base e quindi ci ho registrato sopra.

Mi viene in mente che forse è una violazione dei diritti d'autore... va be' nel caso gli amministratori mi bacchettino sulle dita e cancellino pure il mio post. In ogni caso qui non ho allegato tutto il brano che è comunque interamente ascoltabile da Youtube

Vedi Danilo, stesso brano ma atmosfera completamente diversa! Mentre il tuo è bello pimpante probabilmente il mio concilierà il sonno a qualcuno :wink:
Allegati
Hacking del brano di Toots (sarò dannato in eterno nel girone dei cromatici)
OverTheRainbow2M.mp3
(1.94 MiB) Scaricato 33 volte
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
danilo pucci
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 717
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 16:58

Re: Over the Rainbow

Messaggio da danilo pucci » domenica 28 aprile 2013, 18:59

Ottimo Roberto! Sono due piatti diversi, il mio e' da mangiatori di "tagliatelle alla bolognese".Il tuo e' un piatto per i raffinati e intenditori che apprezzano di piu' piatti tipo" bucatini al radicchio".:lol:
A parte gli scherzi ci hai fatto sentire un'ottima esecuzione che approfondiro' appena ho tempo.
Ti chiameremo Robertoots.
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Manxcat » domenica 28 aprile 2013, 21:11

danilo pucci ha scritto: Ti chiameremo Robertoots.
Per prima cosa, carissimo Robertoots, vorrei puntualizzare una verità sacrosanta, che è questa:
Tra la versione di "Somewhere Over the Rainbow" di Toots Thielemans e la tua, preferisco la tua, e non sto scherzando; nella tua, in qualche breve e sporadica successione di note, perlomeno riesco a capire di che canzone si tratta. Quello che mi chiedo è se il vero "Jazz" sia quello di prendere una melodia, che magari ti è venuta a noia e non ti emoziona più, ovvero che non ti ha mai emozionato, e stravolgerla inondandola di una marea di note, tutte attinenti, secondo i principi della melodia e dell'armonia, certamente, ma che rendono la canzone un affare completamente diverso, che poco o nulla ha a che vedere con la melodia originale . . . Credo che tutto questo, ma posso sbagliarmi, abbia poco a che vedere col Jazz, così come certe successioni di note, come quelle di Thielemans, hanno poco a che vedere con la canzone che pretendono di rappresentare. Ma sono punti di vista, di uno che la musica l'ha sempre ascoltata, separando d'istinto quella che gli piaceva da quella che non gli diceva nulla; ebbene quella che mi piace la porto nel cuore e la rispetto e l'adoro così com'è; quella che non mi piace non la prendo proprio in considerazione e non ci perderei certo tempo per cercare di migliorarla stravolgendola. Credo che il concetto sia abbastanza chiaro. Ora, andando avanti su questo concetto, se proprio dovessi continuare ad essere sincero, direi che, così come preferisco la tua a quella di Thielemans, preferisco quella di Danilo alla tua, per questioni di fedeltà interpretativa rispetto all'idea che chi l'ha scritta ha voluto esprimere. Questo è il mio punto di vista, misero e forse sbagliato, ma onesto e sincero.
Un'ultima cosa, la vorrei aggiungere, mi sento di aggiungerla: anche quella versione piuttosto estemporanea che feci in duetto col mio amico fisarmonicista non era poi così male . . . .
Ma io, come tu Robertoots ben sai, appartengo ad un'altra generazione e di conseguenza ad un'altra cultura: porto avanti le mie idee, ma apprezzo e rispetto quelle di tutti e, anzi, sono lieto quando le trovo assolutamente dissonanti dalle mie.
Scusate se ho divagato, ma così posso rispolverare il mio vecchio duetto.
Buona serata.
Carlo
Allegati
Over the Rainbow.mp3
(1.71 MiB) Scaricato 38 volte
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da robertoguido » domenica 28 aprile 2013, 22:45

Ma si Carlo, lo so cosa ne pensi del Jazz.
Tuttavia è proprio prerogativa della musica quella di essere plasmabile e non statuaria.
Più di una volta mi hai detto che chi ha scritto un brano, l'ha scritto così e così l'ha inteso ed è per questo che va "rispettato".
E sai bene che non sono così d'accordo.
Ma colgo questa occasione per ribadire cosa penso: la plasmabilità o la rivisitazione di un brano non è prerogativa del Jazz (di cui i musicologi ne stanno ancora studiano l'etimologia e la definizione) ma è prerogativa della musica stessa.
La musica nasce da una tradizione orale e come tale è soggetta alla reinterpretazione che non sempre la rispetta così com'è nata.
La musica è materia "malleabile" e merita di essere modificata

Ti cito uno stupidissimo celebre esempio che abbiamo anche suonato:
L'Ave Maria di Gounod...
E' forse uno dei più clamorosi storici "remake jazz" :mrgreen:
Nel 1700 Bach scrisse un preludio in Do maggiore e circa 140 anni dopo quel mattacchione di Gounod decide di prendere la base, la mette su una traccia di Logic e sopra ci scrive una sua melodia che non c'entra un fico secco con quello che il Sig. Bach aveva in mente

Torniamo ad Over the Rainbow. Scritto nel '39 da Arlen per essere cantato da Judy Garland nel mago di Oz http://www.youtube.com/watch?v=1HRa4X07jdE, Over the Rainbow è uno dei brani che ha visto sin da subito una miriade di rivisitazioni.
Bellissima e molto diversa dall'originale quella di Eva Cassidy http://www.youtube.com/watch?v=eFwFhpvW3iI che ne cambia addirittura la metrica di alcuni versi.
O che dire della sognante esecuzione del grande Keith Jarret http://www.youtube.com/watch?v=eq0EWNuR1H8 che sembra un'interpretazione fedele ma senza che tu te ne accorga dopo tre minuti ti ha portato su un altro pianeta ma rispettando fedelmente l'armonia del pezzo. E fin qui abbiamo parlato di "due qualunque" che stanno musicalmente maltrattando la colonna sonora di un film :?

Dovremmo però chiederci perché certi brani hanno più rivisitazioni di altri, credo piuttosto che sia qui il punto.
Il fatto è che forse alcuni brani hanno permesso di "assorbire il feeling del blues" più che in altri e Over The Rainbow sia uno di questi.

Però ti dico che Harold Arlen, secondo me non se l'è presa per questo... perché era un grande jazzista e quindi sapeva a cosa andava incontro :D

Ma basta, sono andato fuori tema. Il fatto è che ci tengo a difendere il concetto di rivisitazione e modifica di un brano: è una grande espressione di libertà ed è una prerogativa di questa forma d'arte che è appunto la musica.
Poi a ognuno ci piace ciò che gli piace e va bene così! Come dice simpaticamente Danilo: Tagliatelle al ragù o bucatini al radicchio!!!

In ogni caso il tuo duetto è bellissimo: ben suonato, goduto e piacevole ma... anche se hai rispettato le note non c'è l'atmosfera che Harold Arlen ha voluto creare per Judy Garland nel Mago di Oz... che sia una forma di Jazz anche la tua? :roll:

E ora scusate vi saluto: devo trascrivere un assolo :mrgreen:
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Manxcat » lunedì 29 aprile 2013, 10:02

Ma certo che la musica è plasmabile, direi una delle cose più malleabili e modificabili, perché, pur volendo conservarne le caratteristiche originali, ciascun musicista la interpreta secondo il suo sentire e le sue caratteristiche tecniche. Ma, secondo me, questa plasmabilità deve essere contenuta entro certi limiti, entro una soglia tale da non farci arrivare allo stravolgimento completo, nè in nome del Jazz, nè in quello dell'innovazione o dell'adeguamento ai tempi né tantomeno in quello delle varie incapacità di chi ne cerca nuove interpretazioni.E mi chiedo: perchè non creare composizioni proprie? Perché rifarsi ad altri per creare qualcosa che alla fine nulla ha a che fare con l'originale? Sino al punto in cui l'attinenza è evidente a tutti, si tratta di "rivisitazione", come dici tu, ed i tuoi esempi sono molto esplicativi in questo, ma oltre questo, non ci si dovrebbe più appellare ad un brano di sicuro successo per proporre qualcosa di proprio, che senza l'attrattiva di quel nome pochi lo prenderebbero in considerazione. I tuoi esempi, i video che proponi, sono classici esempi di particolari genialità nelle quali grandi personaggi, in preda a loro momenti di estasi orgasmica riescono, perché ne sono eccezionalmente in grado, di dare al brano nuova e diversa energia, nuovo colore interpretativo, come un valore aggiunto, e non come un'azione meramente personalistica e peggiorativa. Roba da grandi. Rivisitazione, infatti, dovrebbe significare non stravolgimento, ma tentativo di migliorare, di adeguare a nuove realtà, a nuovi modi di sentire la musica, di adattare alle proprie esigenze, ammesso che se ne abbiano e che siano quelle di artista. Altrimenti le rivisitazioni altro non sono che storpiature, peggioramenti, sciupature che non rendono certo omaggio alla musica in oggetto ed al suo autore. E' molto difficile, per gli autori stessi, quando a distanza di anni vogliono riproporre un "remake" di un loro successo differenziandolo troppo dall'originale; spesso diventa un momento peggiorativo e la proposta della versione originale avrebbe sicuramente fatto meglio al caso.
Lo so, tu studi le scale pentatoniche e l'improvvisazione e ti nutri di questo, ma io amo molto di più ascoltarti in ambiti più tradizionali e conformi agli spartiti originali, campi nei quali eccelli. Per quanto mi riguarda, al di là del mio gusto ad ostentare la mia indisposizione al Jazz, da estremista quale sono ti confesso che il Jazz non mi piace solo perché la maggior parte delle volte definisce generi musicali aleatori e poco comprensibili. Amo l'improvvisazione, quella che predomina e si dimentica del tema, fatta da chi ha il dono di saperla fare; se improvvisazione deve essere, che sia! Free Jazz, insomma, e avanti! Ma non nel nome di opere altrui.
Considerazioni istintive di un povero ignorante.
Carlo

P.S. Trascrivere un assolo?
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da robertoguido » martedì 30 aprile 2013, 0:12

Manxcat ha scritto: Considerazioni istintive di un povero ignorante.
Carlo

P.S. Trascrivere un assolo?
No, assolutamente: considerazioni molto profonde e degne di meditazione e di riconsiderazione. Infatti non replico e ci medito :D

L'assolo... si, come esercizio ascolto porzioni di assoli di sax, tromba od altro e per fare un po' di orecchio li trascrivo. Avevo anche postato uno di questi esercizi: https://www.doctorharp.it/forum3/viewtop ... it=freddie
Sai com'è... mi diverto anche così :wink:
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
Avatar utente
Aldouz
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 931
Iscritto il: venerdì 22 giugno 2007, 14:43
Località: Reggio Calabria
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Aldouz » mercoledì 8 maggio 2013, 15:35

E' una giornata che vi ascolto, eppure non smetterei mai... tra un pò devo andare a suonare, forse cose meno sognanti ma vi penserò con tanto trasporto e mi farò influenzare dal vostro divertimento :)

Entro nella discussione per fare i complimenti al magnifico trio che ha proposto tre belle versioni di una magica canzone e per proporre l'interpretazione di un grande artista che a me piace molto... non è un armonicista ma lo ascolto spesso per prendere spunto dalla sua sensibilità.

http://youtu.be/3KvtbZzx1xs

Un abbraccio!
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7972
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Over the Rainbow

Messaggio da Manxcat » mercoledì 8 maggio 2013, 15:52

Divino!
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Over the Rainbow

Messaggio da robertoguido » giovedì 9 maggio 2013, 0:09

Grazie Aldouz per la bellissima citazione musicale che non conoscevo e mi sono davvero gustato!

E complimenti per la stoicità che hai dimostrato nell'ascoltarci :D
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
Rispondi