sofferenza bending...

Tutto sulla tecnica delle piegature delle note.
Rispondi
Vicio84
=|o|=
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 13 gennaio 2010, 23:31

sofferenza bending...

Messaggio da Vicio84 » martedì 2 febbraio 2010, 0:21

Devo dire che in un mesetto, pur restando SCARSO (con S e tutto il resto maiuscole, ma non sono nato "insegnato" si dice dalle mie parti), comincio a imparare qualcosina. Prima il soffiare in un solo foro, poi l'acquisto della nuova armonica, poi riuscire a sentire qualche nota diversa sui fori interessati dal bending, ogni giorno si impara un nuovo fraseggino più gradevole...metà del tempo scorre sempre a provare le scale possibili e a velocizzarle, insomma mi esercito...
Mi impaurisce il terzo foro aspirato però...mi spiego.
Quando provo a piegare quel maledetto: 1) non riesco a tirar fuori tutti e i 3 semitoni 2) Avverto che la variazione di nota avviene più perchè vado ad ostruire maggiormente il passaggio d'aria con le labbra che con la lingua (usando solo questa non cavo fuori nulla) 3) Perdo una quantità d'aria mostruosa. Io soffio e aspiro sui fori non proprio con il whistle method ma baciando più in modo avvolgente l'armonica (tipo così... Immagine ) può essere una causa? La marine band che ho preso...può essere un'altra causa della perdita d'aria? Posto che l'esercizio continuo e progressivo è la chiave per migliorare sempre...rischio di imparare con un metodo sbagliato o comunque limitativo nel tempo?


Stefano Andreotti
Livello: Moderatore
Messaggi: 1086
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 11:17

Re: sofferenza bending...

Messaggio da Stefano Andreotti » martedì 2 febbraio 2010, 10:53

Ciao Vicio84,
tranquillo la MB funziona!
Ho paura che tu debba ancora lavorare molto sulle note singole e sull'imboccatura però, forse, sei nella direzione giusta :D (probabilmente stai iniziando il metodo "a cannuccia", cioè tendi a chiudere un po' di più gli angoli della bocca come se stessi succhiando da una cannuccia appunto, che è un metodo per eseguire il bending "più facilmente").

In realtà ognuno deve trovare la propria via con il bending.

Per i tre semitoni: pratica, pratica, pratica qualunque sia la via che tu hai scelto per effettuare il bending.

Prova a mettere la punta della lingua dul palato dietro gli incisivi ed inizia a pronunicare molto lentamente "waeiou" tenendo sempre la lingua verso il "tetto" del palato sentirai che andrà indietro e ciò crerà una "turbolenza" dell'aria diversa nella tua bocca man mano che cambi vocale.

Poi prendi l'armonica e aspirando ripeti quanto sopra.

Buon divertimento.
Ultima modifica di Stefano Andreotti il martedì 2 febbraio 2010, 14:51, modificato 2 volte in totale.
Vicio84
=|o|=
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 13 gennaio 2010, 23:31

Re: sofferenza bending...

Messaggio da Vicio84 » martedì 2 febbraio 2010, 14:37

Grazie per la risposta e per la pazienza, vorrei evitare di aprire un'altra discussione quindi chiedo anche qui per evitare sovraffollamento in forum.
Avere la stessa nota nel secondo aspirato e nel terzo soffiato credo possa avere molti vantaggi, ma mi chiedo: è discrezione di chi suona decidere su quale foro aspirare/soffiare per ottenere, ad esempio, un SOL in una armonica in DO, oppure ci sarebbero delle regolette da seguire, o qualche consiglio pratico...non so nemmeno se mi sono spiegato benissimo, ma spero che un'anima pia passi prima o poi di qui!

P.S. = restano graditi anche altri consigli sulla prima domanda, il "waeiou" di stefano è sicuramente d'aiuto, ma chissà che non ci siano altre parole pazze che mi potrebbero dare una mano! :)
Avatar utente
psantofe
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1104
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2008, 9:16

Re: sofferenza bending...

Messaggio da psantofe » martedì 2 febbraio 2010, 23:40

Avendo qualche problema con bending, passo direttamente alla seconda questione.
Innanzitutto : perchè questo "spreco" mettendo due note identiche a scapito di altre due che farebbero parte della scala maggiore e che mancano nell'ottava più bassa?
Il motivo sta nella ragione fondante del sistema di accordatura Richter, per cui soffiando in più fori contemporaneamente ottieni l'accordo di Do maggiore; aspirando approssimativamente fino a metà armonica ottieni accordi di Sol Maggiore o Sol7. Per cui ti serve sia soffiato che aspirato.
Personalmente, a mio comodo, uso il 2° aspirato o il 3° soffiato a seconda del brano, della tonalità e , quindi, della posizione nella quale suono.
Ciao
Paolo
Vicio84
=|o|=
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 13 gennaio 2010, 23:31

Re: sofferenza bending...

Messaggio da Vicio84 » mercoledì 3 febbraio 2010, 21:04

Si ho studiato l'accordatura, volevo sapere proprio questo...si suona in aspirato o soffiato il sol a seconda di come fa più comodo...ne deduco, qualora volessi apparire più tecnico che in prima posizione suonerò soffiando in seconda partirò dall'aspirato....tipo...comunque userò sempre il secondo soffiato se voglio "tirare" un po' la nota e fare il figo :D
Avatar utente
psantofe
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1104
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2008, 9:16

Re: sofferenza bending...

Messaggio da psantofe » mercoledì 3 febbraio 2010, 22:14

ma certo...
Avatar utente
the uncle
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 815
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 10:53
Località: massafra-perugia-cracovia
Contatta:

Re: sofferenza bending...

Messaggio da the uncle » domenica 7 febbraio 2010, 14:04

Ciao Vicio,

fossi in te non mi fiderei troppo del disegnino. Non credo renda l'idea. Cerca Adam Gussow su Youtube e le sue primissime lezioni. Anche se non capisci bene l'inglese, lui mostra come imboccare come si deve. A presto,

-Michele
Immagine
"...vacci piano col blues, se si appiccica al tuo cuore non si stacca più..." S. Caputo
Rispondi