Jazz

Per capirne di più.
Rispondi
Avatar utente
Zep
=|o|o|=
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 7 settembre 2010, 13:54
Località: Brescia

Jazz

Messaggio da Zep » mercoledì 18 maggio 2011, 21:46

dunque, se con un armonica in mi suono su un brano blues in si in seconda posizione, per un brano jazz, sempre con un'armonica in mi, che posizione devo usare e in che tonalità? grazie in anticipo a chi risponderà. (se esiste una scala comunemente usata per fare jazz prego di descriverla)


Non ho mai suonato blues, non veramente. L'ho inseguito tutti questi anni. Ho grattato le sue falde e copiato alcune note. Ma il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del Delta del Mississippi. (Walter Mosley)
Avatar utente
Andrew
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 697
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2008, 17:48
Località: Lecce
Contatta:

Re: Jazz

Messaggio da Andrew » giovedì 19 maggio 2011, 14:55

Dipende sempre dalla tonalità del brano e questa cosa vale anche per tutti gli altri generi musicali in realtà. Ovviamente a seconda della posizione, otterrai una differente scala modale di riferimento (per dire: misolidia per la II posizione e dorica per la III) e dovrai quindi poter ottenere le note mancanti con bending o overbendings, cosa che nel jazz è quasi imprescindibile dato il forte cromatismo che, eccezioni a parte, ne caratterizza soprattutto gli assoli. D'altronde non è un caso che i jazzisti preferiscano la cromatica.
Personalmente aggiungo però che la diatonica ha un timbro che nessuna cromatica riesce ad eguagliare... e credo che fare jazz con la dieci fori, a patto di padroneggiare le tecniche che dicevo, sia un'esperienza stupenda! :)
Avatar utente
Zep
=|o|o|=
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 7 settembre 2010, 13:54
Località: Brescia

Re: Jazz

Messaggio da Zep » giovedì 19 maggio 2011, 16:01

quindi aspetterò che venga l'overbending... anche se è più facile che prenda prima la cromatica :mrgreen: con i soli bending e su un'armonica in E è possibile fare qualche scala jazz, anche parziale?
Non ho mai suonato blues, non veramente. L'ho inseguito tutti questi anni. Ho grattato le sue falde e copiato alcune note. Ma il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del Delta del Mississippi. (Walter Mosley)
Avatar utente
Andrew
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 697
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2008, 17:48
Località: Lecce
Contatta:

Re: Jazz

Messaggio da Andrew » giovedì 19 maggio 2011, 17:58

Non è necessario saper fare gli overbending per fare jazz, aspetta... Lo è se vuoi poter esprimere le tue idee musicali al meglio durante i tuoi assoli e non per il fatto in sé di saperli fare, soltanto per avere effettivamente tutte le note che ti possono servire al momento giusto. Per questo la maggior parte di noi preferisce la cromatica. Pensa a Toots Thielemans (che non è, sia detto per inciso, "la maggior parte di noi", ovviamente...), a Max De Aloe, a Olivier Ker Ourio, Giuseppe Milici, eccetera.
Per suonare un tema Jazz tuttavia, così come quasiasi altro tema ti piaccia, al limite basta anche prendere una diatonica che sia accordata nella stessa tonalità del brano (se vuoi suonare in I posizione), oppure che sia in linea con le rispettive posizioni, II, III eccetera (se di natura modale), esattamente come nel blues, o nel rock.
Il Jazz utilizza le stesse scale modali, incluse le maggiori e le minori "solite", che usa il blues, ma mentre nel blues ci sono alcune "blue" notes che lo rendono particolare, oltre alle sequenze armoniche che lo caratterizzano, nel jazz sei tu e soltanto tu ad essere assolutamente libero di esprimerti. Ed anche se esistono svariate correnti artistiche, bebop, modale, free, ad esempio, che hanno delle precise connotazioni melodico/armoniche (... per tutti i gusti :D) , la cifra caratteristica di questo tipo di musica resta piuttosto la particolare "pronuncia" degli accenti. Il resto è un assolo.
Avatar utente
Zep
=|o|o|=
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 7 settembre 2010, 13:54
Località: Brescia

Re: Jazz

Messaggio da Zep » giovedì 19 maggio 2011, 18:47

sì sapevo che il jazz era molto libero, mio nonnno diceva sempre: "il jazz piace a chi non ne capisce niente di musica" nel senso che è libero da molte regole...tranne quella di usare delle note :mrgreen: grazie mille delle spiegazioni, prima o poi mi avvicinerò al mondo della cromatica!
Non ho mai suonato blues, non veramente. L'ho inseguito tutti questi anni. Ho grattato le sue falde e copiato alcune note. Ma il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del Delta del Mississippi. (Walter Mosley)
Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 7657
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Jazz

Messaggio da Manxcat » giovedì 19 maggio 2011, 20:58

Zep ha scritto:sì sapevo che il jazz era molto libero, mio nonnno diceva sempre: "il jazz piace a chi non ne capisce niente di musica" nel senso che è libero da molte regole...tranne quella di usare delle note :mrgreen: grazie mille delle spiegazioni, prima o poi mi avvicinerò al mondo della cromatica!
Ciao Zep,
il jazz piace a chi non capisce niente di musica? Non credo che le cose stiano così. Leggendo, inoltre, le tue continue domande, mi sembra di percepire un'altra tua convinzione, e cioè che l'armonica si possa imparare riempiendo il Forum di domande, più o meno sensate, anzichè con lo studio, il sacrificio, la disciplina e, soprattutto, il talento. Sbaglio? Spero proprio di si . . . .
Saluti.
Carlo
Pagu genti, bona festa (Luisiccu)
Avatar utente
Zep
=|o|o|=
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 7 settembre 2010, 13:54
Località: Brescia

Re: Jazz

Messaggio da Zep » giovedì 19 maggio 2011, 22:18

Se da fastidio "che intasi il forum di domande" faccio anche a meno, anche se non sono fatte tanto per fare... la frase è da intendere nel senso che non ho ben spiegato, cioè che è un genere abbastanza libero da schemi, almeno a mio parere, che dà molta possibilità di espressione ai musicisti. Sono d'accordo con te che sia più importante imparare con lo studio, il sacrificio, la disciplina infatti la quantità di domande mie è proporzionata alla quantità di tempo in cui suono l'armonica, più o meno tutto il pomeriggio ogni pomeriggio (o quasi) essendo, la mattina, bloccato dalla scuola... se ho dato fastidio con le troppe domande vi prego di scusarmi, cercherò di controllarmi.
PS: oltre che al tempo che impiego suonando, la quantità di domande è proporzionata anche alla quantità di "ignoranze" da parte mia :)
Non ho mai suonato blues, non veramente. L'ho inseguito tutti questi anni. Ho grattato le sue falde e copiato alcune note. Ma il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del Delta del Mississippi. (Walter Mosley)
Avatar utente
francesco galtieri
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1067
Iscritto il: mercoledì 2 giugno 2010, 16:23
Località: Messina

Re: Jazz

Messaggio da francesco galtieri » venerdì 20 maggio 2011, 12:12

Ciao Zep,
a nessuno di noi danno fastidio le tue domande, anzi, secondo me sono sintomo di una grande passione per l'armonica, la stessa passione che tutti gli amici del forum condividono. Ciò che a mio avviso traspare dai tuoi post è un pò di disordine mentale, molto probabilmente dovuto alla tua voglia di apprendere il più velocemente possibile, voglia legittima! Il mio consiglio è però quello di fare le cose con un pò più di flemma, ma sopratutto dovresti renderti conto di quali sono i tuoi obiettivi. A quanto ho capito sei un ragazzo molto giovane quindi hai tutto il tempo necessario per apprendere. Un'ultima cosa....da qualche parte mi sembra di aver letto che come regalo di fine anno desideri un'armonica nuova......LODEVOLE!!! Io ai miei tempi ho chiesto il motorino :D
In bocca al lupo per tutto.
f.g.
เขาเป็นคนที่ไม่กลัวความตาย
Avatar utente
Zep
=|o|o|=
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 7 settembre 2010, 13:54
Località: Brescia

Re: Jazz

Messaggio da Zep » venerdì 20 maggio 2011, 15:03

grazie, cercherò di andare con più ordine! ora mi concentro su quello che so cercando di padroneggiarlo al meglio, ovvero: bending, lo prendo come obbiettivo per ora, poi si vedrà! mi sono lasciato prendere dalla foga :roll:
Non ho mai suonato blues, non veramente. L'ho inseguito tutti questi anni. Ho grattato le sue falde e copiato alcune note. Ma il vero blues è sepolto dal fango e dal sangue del Delta del Mississippi. (Walter Mosley)
Die
=|o|=
Messaggi: 14
Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 15:59

Re: Jazz

Messaggio da Die » sabato 21 maggio 2011, 14:29

il jazz è implicitamente colmo di regole ferree,proprio perchè lascia molta libertà,ed in tanta libertà,senza una "musicalità" estrema si crea solo rumore..
Rispondi