l'armonica va "rodata"?

Per tutti coloro che suonano questo strumento.
Rispondi
Avatar utente
mauri
=|o|=
Messaggi: 48
Iscritto il: mercoledì 26 febbraio 2014, 3:24

l'armonica va "rodata"?

Messaggio da mauri » domenica 7 settembre 2014, 18:55

salve a tutti. state bene?
Sono passata da una Thomann a 10 fori alla cx....
La domanda è quella del thread: la thomann è stata la mia prima cromatica, quindi ho imputato le mie difficoltà di intonazione appunto al fatto che fosse la prima volta che soffiavo dentro uno strumento del genere (ma volendo anche dentro uno strumento in generale....)
Oggi ho iniziato con la cx e (a parte le note acute che al momento sono uno strazio per tutto il vicinato) mi sono accorta di aver problemi anche con le altre (in particolar modo con il 3 aspirato).
Però ho anche notato che dopo un po' vengon fuori, non benissimo ma perlomeno sono quella nota e non un'altra.
Quindi vi chiedo: ci vuole tempo perchè l'armonica si "assesti"? :?: :?: :?:
Già che ci sono, così evito di aprire mille post: dato che ha le ance "scoperte" devo spolverarla anche dietro? :?:
Grazie mille e come sempre... buona musica a tutti :mrgreen:


Avatar utente
Marco Benevelli
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 750
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2011, 17:10
Località: Modena

Re: l'armonica va "rodata"?

Messaggio da Marco Benevelli » domenica 7 settembre 2014, 19:12

Ciao,
cerco di risponderti per la mia ancor breve esperienza. Avendo provato un po' tutte le marche e diversi modelli, fra cui anche la CX12, non penso si possa parlare di rodaggio: in linea generale è opportuno non aggredire subito le ance, ma andarci piano all'inizio e vedere un po' come rispondono, la quale risposta dipende molto non solo dal modello ma da come ognuno di noi ci respira dentro. Se non riesci a respirare dal diaframma ti sembrerà sempre che l'armonica sia un po' dura e che le note escano faticosamente, inoltre passando dalle note più basse a quelle più alte si deve soffiare/aspirare in modo differente; queste sono cose che a mio parere non possono essere spiegate in modo esauriente, si acquisiscono con l'esercizio.
Non penso che ci sia bisogno di spolverare, ricordati solo (vale per tutte le armoniche) di batterla un po' sulla mano dopo l'uso, lasciarla "asciugare" per qualche minuto e conservarla sempre nella sua custodia quando non la usi.
Lascio la parola a qualcuno più esperto che aggiungerà anche la sua opinione.
Un caro saluto.
Marco B.
I don't play the harmonica, I play with the harmonica
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3090
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Località: Milano
Contatta:

Re: l'armonica va "rodata"?

Messaggio da robertoguido » lunedì 8 settembre 2014, 14:19

Cara Mauri, Marco ti ha risposto perfettamente. Quale possessore (anche) di una CX-12 ti dico in più che il grosso vantaggio di questa armonica è quello di poter essere smontata molto agevolmente e senza cacciavite il che ne facilita tantissimo la pulizia.
I problemi con le note alte sono normalissimi, in qualche caso può essere però d'aiuto fare scivolare con cautela un foglio di carta nel gap delle ance più corte (il gap è lo spazio tra l'ancia e il reedplate). Questo ti permette di eliminare qualche residuo di saliva che, specialmente all'inizio, potrebbe accumularsi nel corso dei tentativi.
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
Avatar utente
mauri
=|o|=
Messaggi: 48
Iscritto il: mercoledì 26 febbraio 2014, 3:24

Re: l'armonica va "rodata"?

Messaggio da mauri » lunedì 8 settembre 2014, 17:04

Intanto grazie ad entrambi.
Il mio dubbio deriva dal fatto che alcune note mi escono benissimo nell'armonica vecchia mentre con questa ho qualche difficoltà...
Rispondi