L'Armonica a bocca cromatica

Per tutti coloro che suonano questo strumento.
Rispondi
nape
=|o|=
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 30 settembre 2013, 10:34

L'Armonica a bocca cromatica

Messaggio da nape » sabato 11 gennaio 2014, 22:47

ARMONICA A BOCCA
L’armonica a bocca è uno strumento versatile e completo e non tanto semplice da suonare pensate che nello spazio di quindici centimetri sono contenute quattro ottave, per l’esattezza 50 note, 3.3 note per centimetro lineare!
L’Armonica cromatica dispone di tutte le note necessarie a qualsiasi esecuzione, è uno strumento sostanzialmente monofonico ma permette seppur limitatamente l’esecuzione di accordi soprattutto a due note, ma anche a tre ed a quattro, un buon armonicista è in grado di eseguire anche intervalli quartali a due note.
E’ uno strumento a fiato, ma a differenza di tutti gli altri strumenti della stessa categoria non si suona soltanto soffiando, l’armonica suona respirando attraverso essa, quindi in fase espiratoria ed inspiratoria;
la nota cambia a seconda che in una determinata posizione di tastiera si espiri o si inspiri. Essendo direttamente ed intimamente collegata alla respirazione ed ai muscoli della cavità orale e mimici è uno strumento che permette al musicista di trasmettere tutta la sua sensibilità. Pensate che le smorfie da emotività del viso dovute a contrazioni e rilasciamento della muscolatura mimica si traducono in una variazione del timbro dello strumento. Il modo di respirare a sua volta espressione di situazioni emotive si traduce in una variazione della timbrica. Forse sono questi i motivi per cui chi si avvicina a questo strumento difficilmente poi riesce ad allontanarsene, è importante insistere dopo il primo approccio che sicuramente sarà deludente. Lo studio della musica non è in senso stretto indispensabile, visto che esistono pianisti, violinisti ed altro che suonano ad orecchio. Sicuramente lo studio della musica nell’approccio alla armonica cromatica è utile nell'ottica di formare un musicista completo.
L’armonica diatonica e soprattutto quella blues possono godere di un approccio che non preveda lo studio della musica perché più semplici da suonare da questo punto di vista, ma attenzione occorre avere un ottimo orecchio musicale in ogni caso e comunque un insegnante non guasta mai……


Rispondi