Ciao da Bologna

Da dove vengo, chi sono e cosa è la mia musica.
Rispondi
Andracass
=|o|=
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 28 aprile 2021, 12:14

Ciao da Bologna

Messaggio da Andracass » sabato 15 maggio 2021, 21:15

Ciao a tutti, sono Maria Teresa, per i pigri solo Teresa o Maria Teresa (solo Maria non è ammesso :D )
Ho superato gli “anta” da un po’, studiato pianoforte da bambina, strimpellato la chitarra da adolescente e, dopo una pausa molto lunga, ripreso in mano degli studi musicali con l’ukulele.
In tutto ciò che c’entra l’armonica? C’entra perché, appassionata e curiosa di qualsivoglia strumento musicale, durante una gita più di trent’anni fa, vidi un’armonica in una vetrina di un negozio di strumenti musicali in super sconto, entrai e la comprai. Era un fondo di magazzino. L’ho suonata ad orecchio di tanto in tanto e poi dimenticata in un cassetto, con la sua scatola e ancora sacchetto e scontrino.
L’ho ripresa da poco e mi è venuta voglia di imparare.
La suddetta armonica è una Hohner Triumph, una tremolo 2x32 in C e G.
Dopo aver faticosamente capito, anche grazie a questo sito, che frequento da un paio di settimane, che iniziare con questa non è la cosa più semplice del mondo, ho comprato una Marine Band in C. Sì, ho letto che per iniziare è meglio la Special 20, ma con la Marine Band è stato amore a prima vista.
Dopo qualche giorno posso dire che il bending di un semitono mi riesce, quelli di due o tre assolutamente no, ma ho tutto il tempo di imparare, credo.
Ho però comprato anche la Big Valley perché la cosa del tremolo mi piace molto e devo dire che questa tremola molto più della Triumph, oltre ad avere più ottave.
La big valley mi piace da morire, ma anche la Marine Band. Sono due amori diversi.
Che cosa suono? Sempre ad orecchio, quello che mi gira. Non sono molto da blues, più da country, folk e classica (il coro a bocca chiusa della butterfly viene molto bene con la big valley, secondo me).
Dopo questa eccessivamente lunga presentazione vi salutò tutti, pur consapevole che il tempo dei forum è, ahimè, finito, per colpa dei social.


Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » mercoledì 19 maggio 2021, 17:25

Ciao Maria Teresa, e benvenuta :)
Ti rispondo io, che sono uno degli ultimi arrivati, e prendo spunto innanzitutto dalla tua frase finale. Mi trovi completamente d'accordo. Ormai i forum stanno cadendo sempre più in disuso, ed anche a me è dispiaciuto essere approdato qui così tardi, quando ormai gli utenti storici latitano poiché nel corso degli anni in un forum così specifico e "ipertecnico" ci si è già detti tutto...
Comunque, torniamo al tuo post di presentazione.
La Hohner Triumph è, per l'appunto, una tremolo (*) a doppia imboccatura C/G, l'accoppiata classica, e da quello che vedo in giro per il web era un modello "intermedio" ed economico. Ne vedo parecchie in vendita usate, segno che è un modello che ha venduto piuttosto bene ai suoi tempi. Purtroppo, nuove sono ora introvabili, altrimenti ne avrei comprata volentieri una anch'io.
La tremolo è infatti la mia armonica di elezione, la mia preferita, ed è secondo me la migliore per la nostra musica popolare, il folk internazionale, ecc. Va bene anche per il Jazz, soprattutto quello tradizionale e lo Smooth Jazz. Comunque, volendo, essendo la più versatile, ci si può suonare veramente di tutto... io ultimamente ci sto strimpellando anche il liscio. :)
La Big Valley è attualmente uno dei due modelli economici della Hohner assieme alla Ocean Star. Abbastanza snobbata ma pur sempre una Hohner, quindi meritevole di rispetto. :)
Non sono, come già sai, strumenti da blues, ed infatti ti sei procurata una Marine Band. Se ti interessa anche quel territorio hai fatto benissimo, è una superclassica e credo ne trarrai soddisfazione.
Se posso permettermi, però, ti consiglierei di non riporre nel cassetto la Triumph, e di continuare a suonarla con spensieratezza. Le Tremolo doppie sono per me le regine delle armoniche, e non devono essere mai scavalcate!
Inoltre, e te lo dico da autodidatta quale anch'io sono, la Tremolo consente un approccio più giocoso, perdona gli errori ed è molto generosa anche con chi non è uno strumentista esperto. Si può suonare per accordi, e se anche ci scappa un suono un po' "greve" non si scandalizza nessuno. ;)
Ti auguro buona musica e soprattutto buon divertimento. Quando si suona, a qualsiasi livello, è sempre una gioia. :)
Viva le Tremolo! :!:

_________________________________________________________________________________________________________________

(*) info errata, come ho specificato qualche post più sotto. Trattasi in realtà di uno strumento ad ance singole, spacciato spesso per Tremolo.
Ultima modifica di Woyzeck il lunedì 31 maggio 2021, 14:50, modificato 2 volte in totale.
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Rensenior
=|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 364
Iscritto il: martedì 21 luglio 2015, 10:32
Località: Bologna

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Rensenior » venerdì 21 maggio 2021, 0:21

Ciao Teresa, ciao Woyzeck. Finalmente nuovi amatori di armoniche tremolo( io aggiungerei anche le Octave).Sull’argomento ha scritto in questo sito, con competenza e completezza, l’amico Luisiccu. Nel Music lab sono state spesso pubblicate esecuzioni molto istruttive.Io stesso, in un passato non lontano, ho inviato esecuzioni di brani con le mie tremolo e ottave preferite. Per completezza sonorità costi ho suggerito e suggerisco tuttora la Tombo 21. Mi riferisco a quelle più economiche, valide quanto quelle più costose .
Spero di essere stato utile. In ogni caso benvenuta Maria Teresa, quasi concittadina.(io abito in provincia).
Andracass
=|o|=
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 28 aprile 2021, 12:14

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Andracass » lunedì 24 maggio 2021, 19:40

Grazie per l’accoglienza. Delle mie tre la Triumph è la più faticosa, per quello l’ho messa un po’ da parte. Poco tempo fa, su un gruppo Facebook, c’era uno che ne aveva molte in vendita, rimanenza da negozio.
Ho gironzolato per sito e forum, specie bella sezione tremolo. La Big valley mi dà molta soddisfazione!
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » lunedì 24 maggio 2021, 21:54

Andracass ha scritto:
lunedì 24 maggio 2021, 19:40
Grazie per l’accoglienza. Delle mie tre la Triumph è la più faticosa, per quello l’ho messa un po’ da parte. Poco tempo fa, su un gruppo Facebook, c’era uno che ne aveva molte in vendita, rimanenza da negozio.
Ho gironzolato per sito e forum, specie bella sezione tremolo. La Big valley mi dà molta soddisfazione!
Interessante... mi faresti sapere qualcosa, se puoi, su questo venditore e se si può contattare? Tenendo conto che non sono iscritto a Fb... se c'è qualche contatto indipendente da quel social e se ne ha ancora disponibili ne aggiungerei volentieri una alla mia collezione! :)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Andracass
=|o|=
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 28 aprile 2021, 12:14

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Andracass » mercoledì 26 maggio 2021, 18:32

Woyzeck ha scritto:
lunedì 24 maggio 2021, 21:54
Interessante... mi faresti sapere qualcosa, se puoi, su questo venditore e se si può contattare? Tenendo conto che non sono iscritto a Fb... se c'è qualche contatto indipendente da quel social e se ne ha ancora disponibili ne aggiungerei volentieri una alla mia collezione! :)
L’ho recuperato e gli ho scritto. Non è in Italia, mi pare sia in Ungheria o Polonia.
Invece della attuale Hohner Echo che pensi?
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » mercoledì 26 maggio 2021, 22:37

Andracass ha scritto:
mercoledì 26 maggio 2021, 18:32
L’ho recuperato e gli ho scritto. Non è in Italia, mi pare sia in Ungheria o Polonia.
Invece della attuale Hohner Echo che pensi?
Grazie :)
Per quanto riguarda la Echo, se ti riferisci alla Echo Harp, è attualmente l'unico modello della Hohner a doppia imboccatura. È una buona armonica anche se, purtroppo, credo che siano ormai tutte di fabbricazione cinese... ho entrambi i modelli in produzione (2x32 e 2x48), ha un bel suono e non è per nulla faticosa, anche se chi ha la Bravi Alpini (il modello che è stato rimpiazzato dalla Echo Harp) dice che era migliore. Personalmente non saprei perché non ho la Bravi Alpini, avendo deciso di approfondire l'armonica solo lo scorso anno quando ormai il mercato aveva già iniziato a fare piazza pulita delle Tremolo e delle Ottave.
Purtroppo sia la Hohner sia la Seydel stanno riducendo la produzione di questo tipo di strumenti, mentre ci sono un'infinità di diatoniche 10 fori che però non mi interessano!
Ad ogni modo la Echo Harp è consigliabilissima, ottima per il Folk di tutti i generi, sia italiano che straniero. È molto versatile e tutto sommato anche il prezzo è accettabile. Unica pecca: esistono solo le tonalità C/G...
Non ho nessuna Echo ad imboccatura singola, ma immagino siano ugualmente buone.
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Andracass
=|o|=
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 28 aprile 2021, 12:14

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Andracass » giovedì 27 maggio 2021, 14:11

Intendevo la Echo a imboccatura singola. Immagino sia la versione migliore della big valley.

Il tipo mi ha risposto, copincollo qui sperando di non violare qualche regola. Ho chiesto se siano nuove o usare e mi ha detto di avere sia prodotti nuovi che usati. Dalla foto che mi ha inviato le Triumph sembrano nuove, cone aveva detto tempo fa quando ne aveva messe in vendita molte.
Hi, yes I have, and many other vintage/antique harmonicas as well. My mail is: andras.schubert@gmail.com
Best,
András
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » giovedì 27 maggio 2021, 14:33

Grazie mille, proverò a contattarlo. :)
Le Echo ad imboccatura singola sono sicuramente migliori delle Big Valley e delle Ocean Star. Hanno il comb in legno (se non erro di acero come le Echo Harp) e di conseguenza sono un po' più delicate rispetto a quelle che lo hanno in plastica. Il suono però ci guadagna assolutamente. ;)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » lunedì 31 maggio 2021, 14:47

Dunque, ho contattato il venditore che mi ha risposto dopo qualche giorno.
È un collezionista e si occupa di armoniche antiche, ed ha alcuni "doppioni" che è disposto a vendere, inclusa una Triumph mai usata.
Ho scoperto una cosa che non sapevo: la Triumph non è una Tremolo, è un'armonica ad ance singole che, a detta del tipo, viene spesso spacciata per tremolo... ovviamente non avendone mai vista una dal vero non potevo saperlo.
La seconda cosa che ho scoperto è che dall'Ungheria le spese di spedizione sono piuttosto alte (€ 25 circa), quindi, anche fosse, per un solo pezzo è abbastanza sconsigliabile (a meno che non si tratti di un oggetto raro che ci toglie il sonno).
Grazie ancora Maria Teresa per la tua gentilezza! :)
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Andracass
=|o|=
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 28 aprile 2021, 12:14

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Andracass » sabato 19 giugno 2021, 22:17

Scusa ho letto solo ora.
Ecco perché non tremola!
E il volume è piuttosto basso, forse perché è doppia.
Però, quando ho chiesto notizie alla Hohner, mi hanno risposto che il modello attuale è la Echo Harp, che in effetti è una tremolo.
Mah!
Io vado avanti di Marine Band e Big Valley e tengo la Triumph per affetto.
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » domenica 20 giugno 2021, 10:20

Ormai la Hohner produce tutto in Cina. Solo i prezzi sono tedeschi. In nome del profitto hanno ridotto la produzione ai soli modelli più richiesti,e per giustificare la penuria di modelli in virtù di tali pessime logiche di mercato, danno persino informazioni sbagliate. Ad un altro amico è stato detto che la Echo Harp avrebbe rimpiazzato la Highlander, quando hanno accordature, tastiere e tonalità completamente diverse... Comunque prepariamoci, perché presto resterà solo la Echo in C e G, quindi meglio fare le scorte per il futuro!!!
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Luisiccu
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1616
Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:18
Località: Decimoputzu (CA)

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Luisiccu » giovedì 24 giugno 2021, 18:30

Per quanto ne so la Triumph è una tremolo- La doppia fila di fori per ogni imboccatura non avrebbe alcun senso se non per realizzare l'effetto tremolo,
Ad ogni foro corrisponde un'ancia. A fori sovrapposti allineati corrispondono lo stessa nota sfasata in frequenza per ottenere l'effetto tremolo,

E' vero che si trovano in commercio armoniche non tremolo che hanno una doppia fila di fori, ma che sono cromatiche. Però, in questo caso i fori sovrapposti non sono allineati ma sfasati. Su una fila sono i fori delle note naturali. Nell'altra ci sono i fori delle note accidentate ( i mezzitoni : diesis o bemolle che dir si voglia),quelle che nel pianoforte corrispondono ai tasti neri. Sono modelli speciali che sono stati "inventati" per chi non sopporta l'uso del registro presente nelle cromatiche "normali".

Concordo nel lamentare la politica folle delle case costruttrici per il rarefarsi del modelli tremolo e ad ottave (ancora peggio). Il motivo è quasi certamente nel fattore commerciale. La costruzione di una tremolo e più complessa e artigianale: maggiori costi e un mercato sempre più ristretto. Suonare l'armonica tremolo è un poco più complesso rispetto alla diatonica 10 fori.

Tremolanti saluti
Luisiccu
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » sabato 26 giugno 2021, 10:30

Anche a me dava l'impressione di essere una Tremolo, eppure il tipo ungherese sostiene che non lo è... io non ne ho mai vista una dal vero. Boh, pazienza... :roll:
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Woyzeck
=|o|o|o|o|=
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 31 marzo 2020, 16:37

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Woyzeck » sabato 26 giugno 2021, 10:38

Luisiccu ha scritto:
giovedì 24 giugno 2021, 18:30
Suonare l'armonica tremolo è un poco più complesso rispetto alla diatonica 10 fori.
Trovi, Luisiccu? Eppure pensa che a me sembra il contrario: con le Tremolo ho un approccio istintivo e giocoso, hanno un suono pieno, appagante, che soddisfa anche se non si è validi strumentisti. Le 10 fori invece, sarà forse la sovrabbondanza di solisti e specialisti nel blues che tutti abbiamo ormai nelle orecchie, mi danno l'idea di essere meno addomesticabili... in pratica, sono diventate strumenti accademici.
Con le Tremolo un accompagnamento, una canzone, ancorché non perfetta, un'improvvisazione, ce li tiri fuori... con le 10 fori, se non si fa bending e overbending... per me sono soprammobili, come le cromatiche...! :mrgreen:
"When I was a boy, the moon was pearl / the sun a yellow gold / when I was a man, the wind blew cold / the hills were upside down... "
Avatar utente
Luisiccu
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1616
Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:18
Località: Decimoputzu (CA)

Re: Ciao da Bologna

Messaggio da Luisiccu » lunedì 28 giugno 2021, 19:34

Le difficoltà sono proprio dovute alle caratteristiche costruttive.
Intanto, nei casi normali, soffiando su due fori contemporaneamente per mettere in moto le due ance alloggiate si "consuma" più aria. Da questo segue la necessità di una tecnica di respirazione più attenta. Inoltre il passaggio dalle note soffiate alle note aspirate avviene sempre con passaggio fisico da un foro ad un altro con altra possibilità di "disperdere" aria. I tentativi di piazzare valvole hanno trovato scarsi successi o riservati solo a modelli particolari.
Suonare ad accordi o ad ottave è molto bello, divertente e consente di dare alle esecuzioni calore e vibrazioni che la diatonica non consente. Ma...
le distanze dei fori interessati aumentano del doppio rispetto alla diatonica dieci fori. Per cui aumentano le difficoltà cui accennavo.
Ovviamente è sempre fondamentale divertirsi e stare in pace con lo strumento. Anche quello più scorbutico se ci piace... ci piace. Se ci piace le difficoltà spariscono.
Anche con le tremolo e le armoniche ad ottave si possono fare i bending e gli overbending. Con maggiore difficoltà ma si può. Solamente che non servono per il repertorio che si suona con esse.
Saluti tremolanti e ottavanti
Luisiccu
Rispondi