Suonare con strumenti fracassoni

Per scambiarsi informazioni di carattere generale.
Rispondi
rodolomeo
=|o|=
Messaggi: 14
Iscritto il: lunedì 15 novembre 2021, 16:22

Suonare con strumenti fracassoni

Messaggio da rodolomeo » giovedì 26 maggio 2022, 13:42

Ciao a tutti, ho alcune domande probabilmente già poste più volte ma le mie ricerche sul forum non mi hanno tolto i dubbi, vi descrivo lo scenario:

Come molti ho iniziato a suonare l'armonica in un contesto casalingo e acustico poi, innamoratomi perdutamente della cromatica e presa un po' la mano con lo strumento ho provato a inserirlo in sala prove sostituendola alle parti di sax tenore (tanto non ero un fenomeno lo stesso :D ) che suono con il mio gruppo composto da basso, batteria, hammond e chitarra, poi sono iniziati i problemi.

Per farmi sentire con l'attrezzatura a mia disposizione (microfono da voce che entra nel mixer della saletta) e per avere un suono decente che ben si integra con i miei compari devo 'maltrattare' la cromatica con continui bending e distorsioni 'a bocca' che non usavo dai tempi in cui suonavo la diatonica e che sulle mie 2 preferite (Suzuki SCX-64 e Hohner CX12 tenore) non riescono bene secondo me a causa delle valvole dato che invece riesco a ottenere l'effetto voluto con una Swan 40 che non ne ha, trovo comunque questa condizione molto limitante anche perchè le note della terza ottava della swan sono fastidiosamente stridule. In realtà trovo la SCX estremamente piegabile ma solo se non si soffia o aspira troppo, in quel caso le valvole si ribellano e l'armonica suona sorda.

Poi, per poter distorcere ed effettare la SCX, ho tentato a entrare col microfono in una pedaliera multieffetto (zoom gx1) che avevo già in casa, da solo in cuffia è stupenda e mi permette di giocare con sonorità per me inedite ma in sala collegato a un ampli da chitarra e con tutti gli altri sembrava la sagra del larsen,
Quindi ho preso un pickup universale (di quelli che si incollano sulle chitarre acustiche o le congas) e l'ho fatto diventare un 'microfono da palmo' che tengo con la sinistra, ha migliorato leggermente la situazione ma non è stato risolutivo per il larsen e non capta bene le ultime 2 ottave della SCX dato che sono lontane, inoltre è evidentemente un accrocchio con diversi svantaggi su cui non mi dilungo.


Quindi le domande:
1-Esistono delle cromatiche 'svalvolate' che non suonino come un kazoo nella terza ottava? L'ideale sarebbe una tenore dato che amo andare sui bassi, ho cercato ma non ho trovato nulla di soddisfacente.
2-Un microfono tipo il Fireball potrebbe permettermi di usare la SCX tenendo un volume alto in uscita senza dover spingere come un dannato? Se Ian Anderson suonava il flauto in quel po po di gruppo ci sarà pure il modo di farsi sentire!
3-Se anche mi rassegnassi alla swan (che comunque ha i suoi pregi) ci sono microfoni che riescono ad arrotondare un po' il suono diminuendo il citato 'effetto kazoo'?
4-Se qualcuno ha un'esperienza analoga può descrivermi la sua attrezzatura? Intendo quella per suonare in gruppo non quella per registrare a casa.

Buona musica a tutti e scusate se mi sono dilungato ma volevo essere chiaro


Stefano Andreotti
Livello: Moderatore
Messaggi: 1371
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 11:17

Re: Suonare con strumenti fracassoni

Messaggio da Stefano Andreotti » giovedì 26 maggio 2022, 22:58

Ciao,

Per ottenere un suono pulito

Se con un microfono a bassa impedenza (da voce es. shure SM57 ) posizionato sull'asta microfonica, connesso con un cavo cannon cannon ed entrando nel mixer nell'entrata MIC di uno dei canali, cantando ti senti, mentre i tuoi compagni suonano, dovresti poterti sentire anche con l'armonica.

Se non ti senti già mentre canti chiedigli di abbassare il volume, soprattutto se ti stanno accompagnando sono in un ruolo supportivo e devono sentirsi dietro nell'impasto, non in primo piano non è il loro turno di fare il solo, devono gestire le dinamiche e suonare più piano.

Se desideri un suono pulito ma leggermente più distorto in certi momenti devi chiudere la coppa attorno al microfono, ma dipende anche dalla risposta del microfono.

Un'altra alternativa è collegarsi ad un amplificatore per chitarra acustica o da organo, qui di solito abbiamo più potenza oltre i 100 di Watt, il rovescio della medaglia è che difficilmente hanno una grande saturazione (non distorcono), ma abbiamo più volume.

Una delle soluzioni quindi praticabili, ma non efficaci per crescere come musicisti è comperare degli amplificatori con il maggior wattaggio possibile rispetto ai compagni e se non basta microfoniamo l'ampli ed andiamo anche nell'impianto.

Se vogliamo ottenere un suono distorto con microfoni a bassa impedenza.

Dopo aver sviluppato l’indispensabile tecnica acustica (poco fiato, i suoni cruncky si ottengono con fraseggi sporchi appunto e ritmici) e la pazienza per scaldare le “valvole” delle cromatiche (quando non usi quelle senza windsavers) e la giusta coppa (non sempre chiusa altrimenti i suoni diventano distorti, ma poco distinguibili, una sorta di tappetto piatto, senza slanci)...

Se si vuole usare una pedaliera o effetti per chitarra ai connettono in serie:

microfono a bassa impedenza → Commutatore di impedenza (da bassa ad alta per il fireball c'è l'accessorio T50K) → Effetto da chitarra/ pedaliera → cavo Jack-Jack →

a) se entri in amplificatore (se è a transistor, nel caso di un valvolare poterebbe essere necessario cambiare le valvole dello stadio di preamplificazione)se vuoi puoi non usare gli effetti o la pedaliera).

b) se vuoi entrare nel mixer prima entri in una di box (va bene passiva in questo caso) e poi un cavo cannon-cannon ed entri nell’ingresso microfonico. Poi regoli gain e volume a tuo piacere.

Purtroppo sulle cromatiche non so aiutati, sarei curioso di ascoltare l'effetto kazoo per capire a cosa ti riferisci.

Buona fortuna e facci sapere.
La vita è come un'echo super vamper: ti rende ciò che le dai.
rodolomeo
=|o|=
Messaggi: 14
Iscritto il: lunedì 15 novembre 2021, 16:22

Re: Suonare con strumenti fracassoni

Messaggio da rodolomeo » venerdì 27 maggio 2022, 11:53

Ciao Stefano e grazie dei consigli, per il kazoo allego questa registrazione dove si nota il suono stridente quando vado sulle note acute (perdona i tanti errori di esecuzione, ci stiamo lavorando..)
101erbe_235 (1).m4a
(4.37 MiB) Scaricato 10 volte
.

Per quanto riguarda il suono che vorrei ottenere ti metto questa registrazione casalinga (sempre fatta con il microfono del telefono ma su una base) eseguita con una CX12 tenore, strumento di qualità che però quando suono amplificato perde il suo mordente e io non ne so abbastanza per capire perchè.
TuTu__MDavis.m4a
(5.46 MiB) Scaricato 10 volte
Il mio problema comunque non è farmi sentire e non canto (facciamo solo pezzi strumentali nostri) ma rendere giustizia al suono e alle distorsioni di imboccatura e coppa delle mani che ottengo, quando non sono amplificato, dalle mie armoniche più serie.

Un'altra domanda, hai scritto di un adattatore da bassa ad alta impedenza per il fireball ma se usassi un microfono già ad alta tipo il green bullet non otterrei lo stesso risultato con un pezzo in meno? Considera che entro in un ampli da chitarra (non chiedermi quale, è nero, grosso ed è già in saletta :D)

A presto!
Stefano Andreotti
Livello: Moderatore
Messaggi: 1371
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 11:17

Re: Suonare con strumenti fracassoni

Messaggio da Stefano Andreotti » domenica 29 maggio 2022, 10:02

Ciao rodolomeo,
rodolomeo ha scritto:
venerdì 27 maggio 2022, 11:53
Il mio problema comunque non è farmi sentire e non canto (facciamo solo pezzi strumentali nostri) ma rendere giustizia al suono e alle distorsioni di imboccatura e coppa delle mani che ottengo, quando non sono amplificato, dalle mie armoniche più serie.
Mi scuso per il fraintendimento, il titolo dell’argomento:“Suonare con strumenti fracassoni" e la frase:
rodolomeo ha scritto:
giovedì 26 maggio 2022, 13:42
Per farmi sentire con l'attrezzatura a mia disposizione (microfono da voce che entra nel mixer della saletta) e per avere un suono decente che ben si integra con i miei compari devo 'maltrattare' la cromatica con continui bending e distorsioni 'a bocca'
mi hanno portato fuori strada.

Le indicazioni di massima che ho fornito spero possano aiutarti nell’avventurosa ricerca del tuo suono personale amplificato.

Si tratta di un processo direi “alchemico” che richiede tempo, fatto di apprendimento delle tecniche acustiche e microfoniche, di uso delle mani, prove, confronti che vanno dai test delle possibili accoppiate microfono-amplificatore, passando per la scelta degli effetti usare, i fraseggi più indicati e…
Il tuo gusto personale! 8)

A titolo esemplificativo, il file 101erbe_235, che ti ringrazio per aver condiviso (mi complimento per l'interessante progetto musicale), in riferimento al suono che hai definito tipo “kazoo”, personalmente non lo trovo così stridulo, né spernacchiante come un kazoo.

Questa però, è appunto solo la mia opinione, tu hai in mente un altro tipo di suono tondo, profondo, pulito.
rodolomeo ha scritto:
venerdì 27 maggio 2022, 11:53
Per quanto riguarda il suono che vorrei ottenere ti metto questa registrazione casalinga (sempre fatta con il microfono del telefono ma su una base) eseguita con una CX12 tenore, strumento di qualità che però quando suono amplificato perde il suo mordente e io non ne so abbastanza per capire perchè.
Ho ascoltato la tua versione di Tutu di Miles Davis eseguita con la cx 12.
Qui l’armonica mi è sembrata più sicura, più presente, con un volume adeguato.

In 101erbe_235
vorrei capire
che marca e modello di microfono hai usato?
Con che cavo ti sei collegato?
In che entrata sei entrato del mixer?
Hai usato il microfono posizionato sull’asta microfonica?
Era all'altezza della bocca?
A che distanza eri dal microfono?
Il microfono era puntato direttamente dietro le tue mani?

Forse (sempre di una Swan stiamo parlando) per il suono sottile sull’ottava alta potresti provare ad aumentare la camera di risonanza: imbocca in profondità e abbassa il mento e tieni la gola aperta usando poco fiato, aiutandoti con il diaframma. Spesso sulle note alte costringiamo il passaggio dell’aria in bocca è questo che spesso rende le note stridule e/o "sottili".

Magari potrebbe aiutarti la riduzione del livello del gain (l'escursione dinamica si riduce e se ne perde un po' il controllo sullo strumento, ma ne guadagni in "presenza").

A parità di tutte le altre condizioni, un altro espediente, se decidi di tenere il microfono in mano, potresti suonare al contrario di ciò che fai in acustico, prendilo con le pinze, se in acustico suoni piano con la coppa chiusa, prova ad aprirla quando tieni il microfono così le frequenze si dissipano ed entrano meno nella capsula producendo un suono più debole, viceversa se vuoi ottenere un suono forte.

tabella coppa acustico amplificato volume.jpg
tabella coppa acustico amplificato volume.jpg (17.39 KiB) Visto 193 volte
rodolomeo ha scritto:
venerdì 27 maggio 2022, 11:53
Un'altra domanda, hai scritto di un adattatore da bassa ad alta impedenza per il fireball ma se usassi un microfono già ad alta tipo il green bullet non otterrei lo stesso risultato con un pezzo in meno? Considera che entro in un ampli da chitarra (non chiedermi quale, è nero, grosso ed è già in saletta :D)

Se usi un microfono ad alta impedenza (hi-z) come il green bullet (che non risponde come un audix fireball, questo non ha un grande effetto prossimità) userai un pezzo in meno, ma il suono che otterrai sarà quello giusto per te? Questo lo puoi sapere solo provando.

Non so quale sia l’ampli in saletta ma se è un solid state detto a transistor e che wattaggio potresti davvero imbatterti davvero nella sagra del feedback a meno che non abbia un controllo antifeedback incorporato (altra soluzione pedalino antifeedback prima+cavo jack jack in uscita e via… i pezzi aumentano).

Potresti usarlo anche con un piccolo valvolare

Qui è il suono è più saturo, ma giocando con il volume del microfono e dell'ampli ed eventualmente microfonandolo e passandolo nell'impianto voci si potrebbe ottenere un suono meno saturo.


Forse un bullettini della blowsmeaway potrebbe essere un buon compromesso tanto per sonorità pulite ( anche se non perfettamente naturali come i microfoni vocali) con grossi amplificatori per strumenti acustici quanto per suoni saturi con valvolari di wattaggio inferiore.





inoltre lo puoi usare anche in contesto “saturo”




Forse la soluzione migliore potrebbe essere un microfono direzionale diciamo "a collo d'oca" con molletta


Non ho capito il modello che usa, forse qualche cromatico potrà aiutarci
qualcosa tipo questo direi https://www.thomann.de/it/audio_technica_pro35r.htm
avresti bisogno anche di un'alimentazione phantom in questo caso.

Spero di non averti creato confusione.

Facci sapere qualcosa e aspettiamo nuovi caricamenti, se vuoi, nella sezione MusicLab.

Un saluto e buona fortuna per la ricerca del tuo suono!
La vita è come un'echo super vamper: ti rende ciò che le dai.
Rispondi