Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Tutto quello che vi sentite di dire sull'armonica ed i suoi costruttori.
Rispondi
Avatar utente
Mark o' Moon
=|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 2 luglio 2007, 8:28
Località: Rovigo
Contatta:

Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da Mark o' Moon » venerdì 19 luglio 2013, 10:36

La frase fra parentesi doveve essere in origine il titolo ma, visto che la gita è passata in secondo piano rispetto alla straordinaria armonica di cui sono entrato in possesso, è diventata un semplice corollario.
Ieri mattina ho "preso" il treno Regionale Veloce 2224, in partenza da Bologna centrale alle alle ore 08:20, in transito a Rovigo alle ore 09:08, ed in arrivo a Venezia S.L. alle ore 10:17, detto Blues Train visto che lo usiamo per le gite "armonicistiche" a Venezia.
Sul treno ho trovato (come da accordi) GianAndrea Pasquinelli e a Venezia ci ha accolti Massimo Maddog Pettenello.
Dopo i soliti (sentiti) convenevoli, con tanto di baci ed abbracci abbiamo iniziato il "Bacaro Tour" con un Cicerone di lusso come Max che ci ha fatto visitare i luoghi sacri di Venezia (i Bacari...cioè osterie). Una volta pranzato (Bigoli in salsa e fritto misto con un po'..di vinello) il buon Max ha estratto dal borsello 2 meraviglie (una per me ed una per il Pasqui): le citate Yellow Dog con comb in ottone di sua produzione.
Per chi non dovesse conoscere Max due brevi note: è un organista, pianista , clavicembalista e armonicista che ha scelto come attività professionale il restauro di organi antichi e che "ha messo mano" ad alcuni fra gli organi più importanti e preziosi d'Italia.Ieri abbiamo visitato una Chiesa di Venezia nella quale sta restaurando l'organo e la Cantoria. Oltre a suonare (in questo contesto naturalmente parlo di armonica!) in maniera fantastica ha una capacità di settaggio e di intervento sulle armoniche straordinaria.
Veniamo alla Yellow Dog. Il nome:
Sembra che quello che viene ormai riconosciuto come il padre fondatore del Blues inteso nel senso moderno del termine, W.C.Handy, si sia imbattutto in questa forma musicale (la cui nascita si perde nella notte dei tempi) nella stazione ferroviaria di Tutwiler, Mississippi.
Nel lontano 1903 giunse alle sue orecchie un canto malinconico, accompagnato da una chitarra suonata con l’ausilio della lama di un coltello: il canto di qualcuno che narrava il suo viaggio verso il “crossoroads” di due linee ferroviarie, l’incorocio della Southern Line con la Yazoo & Mississippi Valley Line, nota con il soprannome di “Yellow Dog”.
Destinazione: Where the Southern crosses the Yellow Dog.
Da qui il titolo della famosa canzone “Yellow Dog Blues” ed il soprannome di questa armonica dal rigorosamente giallo comb in ottone.
Credo sia l'armonica migliore e "più straordinaria" (non correttissimo ma rende l'idea) che io abbia mai provato.
Il suono è pieno, ricco di armonici, squillante e nello stesso tempo "grosso"
Oltre a ciò il comb è bellissimo (requisito non fondamentale ma che ha una certa valenza) e solido (pesa circa 100g.). Nel pomeriggio siamo andati nel laboratorio di Max ( e del suo socio il gentilissimo Pasquale) ed io e il Maestro Pasquinelli, con l'aggiunta di Max, ci siamo sfogati ed abbiamo testato le armoniche in tutta la loro estensione con grande gusto e soddisfazione.
Grazie a Max per questo splendido strumento che rende straordinaria una armonica che di per sè è gia valida (Marine Band Crossover ).
Saluti a tutti. Marco


Avatar utente
Manxcat
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 8145
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Località: Arezzo

Re: Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da Manxcat » venerdì 19 luglio 2013, 10:58

Ah, ma allora gli esemplari donati sono due! E io che credevo che il fortunato fosse solo Gianandrea!
Complimenti Marco! Molto bello e interessante il tuo post.
Ti invidio un po' per aver trascorso una giornata simile, e in simile compagnia!
Un abbraccio.
Carlo
I can resist anything except temptation to buy a new harmonica
Avatar utente
robertoguido
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 3091
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 0:21
Località: Milano
Contatta:

Re: Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da robertoguido » venerdì 19 luglio 2013, 12:29

Grazie del racconto Marco ma... sai che non ci basta per "condirci via" VOGLIAMO ASCOLTARLA!!! :D
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8
Avatar utente
IlGrandeCocomero
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 867
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:17
Località: Bari

Re: Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da IlGrandeCocomero » venerdì 19 luglio 2013, 15:22

Ciao Marco, grazie anche da parte mia per aver condiviso con noi questa esperienza...mi piace sapere come se la spassano i professionisti come voi :mrgreen:
Un saluto
Fabio
Avatar utente
francesco galtieri
=|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Messaggi: 1067
Iscritto il: mercoledì 2 giugno 2010, 16:23
Località: Messina

Re: Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da francesco galtieri » venerdì 19 luglio 2013, 16:10

Ciao Marco,
ti invidio un pò, un pò tanto....perché anch'io sono stato in "pellegrinaggio" a Venezia, e anch'io ho incontrato quella pasta d'uomo di Max, solo che quando l'ho incontrato io era molto impegnato al lavoro di ristrutturazione dell'organo che tutt'ora sta restaurando (restaurare un'organo non è proprio come rimettere in sesto una vecchia Blues harp :wink: ), ma sopratutto....ancora non aveva tirato fuori dal cilindro questa magnifica Harp Yellow Dog. In quell'occasione, inoltre, ho fatto vedere tutte le mie custom a Max ed egli mi ha dato preziosi consigli. Però, credo che in quell'occasione anche lui abbia imparato qualcosina, anzi, scoperto qualcosa....l'amore che le armoniche "di un certo peso" :D
f.g.
ps. goditela e auguri!
เขาเป็นคนที่ไม่กลัวความตาย
Avatar utente
gianandrea
=|o|=
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 7 giugno 2009, 18:25
Località: Bologna
Contatta:

Re: Maddog Harp Yellow Dog (Una gita a Venezia)

Messaggio da gianandrea » venerdì 19 luglio 2013, 18:32

Inquieti e felici nello Yellow Lab
Allegati
image.jpg
image.jpg (97.44 KiB) Visto 2544 volte
Gianandrea
Rispondi