Oggi è mercoledì 13 dicembre 2017, 1:29




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ Array ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: mercoledì 30 gennaio 2013, 18:20 
Non connesso
=|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: martedì 16 ottobre 2012, 9:51
Messaggi: 229
Località: Trento
Proseguo nel mio bombardamento "spartitico" con un brano difficile ma di grande effetto. E' la celebre "Ave Maria" di C. Gounod, scritta su un'aria di J. S. Bach. Ai miei bei tempi era un pezzo che suonavo spesso, ma dopo una adeguata preparazione.


Allegati:
Ave Maria.pdf [14.34 KiB]
Array
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: mercoledì 30 gennaio 2013, 22:44 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
Ciao, io avevo provato a rifarla con la diatonica qualche tempo fa, ma mi ero accorto che mi mancavano alcune note quando il brano sale di tono ad un certo punto, ora non ricordo di preciso in che posizione suonavo, qualcuno riesce a farla in maniera completa? in che posizione la suonate?

saluti

Giulio


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 1:05 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Ho provato velocemente a strimpellare lo spartito di Lorenz con una diatonica in Sol e mi sembra che ci stia tutta.
Se invece vuoi suonarla con una in Do o usi una valved o te la devi cavare bene con gli overblow!

Magari mi ci provo nel lab cosi suono un po' anche la SUB30 che la sto trascurando :wink:

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 11:35 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
robertoguido ha scritto:
Magari mi ci provo nel lab cosi suono un po' anche la SUB30 che la sto trascurando :wink:


se lo potessi fare mi faresti una cortesia roberto, quando lo fai metti anche la tonalita' dell'armonica usata per quelli come me ignorantoni :D


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 12:26 
Non connesso
=|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: martedì 16 ottobre 2012, 9:51
Messaggi: 229
Località: Trento
robertoguido ha scritto:
Se invece vuoi suonarla con una in Do o usi una valved o te la devi cavare bene con gli overblow!
wink:

Scusate la mia ignoranza. Cosa sarebbero le valved e gli overblow?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 13:38 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Messaggi: 7497
Località: Arezzo
robertoguido ha scritto:
Ho provato velocemente a strimpellare lo spartito di Lorenz con una diatonica in Sol e mi sembra che ci stia tutta.

Beato ottimismo!
A parte i bendings quali il MI basso alla quinta misura e quello alla settima, che non mi sembrano molto adatti, se uno non li sa fare perfetti, per un'Ave Maria, come lo fai il Do# della decima misura, strimpellando velocemente lo spartito di Lorenz con la tua diatonica in Sol? O hai una diatonica in "Sol Special" ? :D
Giulio, tranquillo: se vuoi suonare l'Ave Maria senza far rivoltare il povero Gounod sulla tomba, suonala con una cromatica, che è meglio; se poi vuoi fare "l'Ave Maria Blues", beh, allora taccio.

_________________
Si inizia a morire quando si smette di imparare (A.Einstein)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 13:59 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Manxcat ha scritto:
A parte i bendings quali il MI basso alla quinta misura e quello alla settima, che non mi sembrano molto adatti, se uno non li sa fare perfetti, per un'Ave Maria, come lo fai il Do# della decima misura, strimpellando velocemente lo spartito di Lorenz con la tua diatonica in Sol? O hai una diatonica in "Sol Special" ? :D


Ehm.. eh si ho la Seydel Session PT, quindi "valved" ecco perché mi vengono :oops:

Per Lorenz: esistono delle diatoniche "speciali" che hanno le valvole simili a quelle delle cromatiche. Questo accorgimento ti permette di piegare delle ance ottenendo note che altrimenti sarebbe molto difficile ottenere.
Su oveblow, overdraw od in generale overbending non mi soffermo perché di post ne troverai una vagonata scritti da persone ben più competenti di me!

Comunque caro Carlo visto che, come al solito, ti diverti a stuzzicarmi mi sa proprio che mi toccherà suonarla :lol:
Che poi un brano di questa portata venga meglio con una cromatica... sono assolutamente d'accordo con te! Ritorniamo ancora su un tema su cui si dibatte periodicamente che è trovare la soluzione strumentale più "musicale" ma... nel Lab, visto che è un laboratorio, ogni esperimento vale! Vero?

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 14:44 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Messaggi: 7497
Località: Arezzo
robertoguido ha scritto:
Ritorniamo ancora su un tema su cui si dibatte periodicamente che è trovare la soluzione strumentale più "musicale" ma... nel Lab, visto che è un laboratorio, ogni esperimento vale! Vero?

Ma certo, ci mancherebbe . . .!!!
Ho capito che hai la half valved, come ti ha insegnato Cristian, ma quando fai un bending o un overbending non te ne accorgi? Come fai a dire mi sembra che le note sull'armonica in Sol ci siano tutte? Dovresti dire che con bending ed overbending ci sono tutte, ma questo è ovvio. Inoltre se ci sono tutte con un'armonica in Sol ci sono sempre tutte con un'altra armonica in qualsiasi tonalità, e non importa che sia in Sol, come il brano, perché nulla ti vieta di suonarlo, nella stessa maniera, con un'altra armonica, in un'altra tonalità. Vero?
E poi, visto che è stato Lorenz a proporti lo spartito, vorrei vedere che tu non la suonassi . .
Ma dimmi, se volevi suonare l'Ave Maria di Gounod, non eri capace a trovarti lo spartito? :D
Mi dispiace di non poterti fare compagnia, perché l'ho già suonata, registrata e pubblicata almeno due volte.
Con affetto.
Carlo

_________________
Si inizia a morire quando si smette di imparare (A.Einstein)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2013, 16:23 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Manxcat ha scritto:
Come fai a dire mi sembra che le note sull'armonica in Sol ci siano tutte? Dovresti dire che con bending ed overbending ci sono tutte, ma questo è ovvio.


Si e no. Mi spiego: non so fare gli overbending (almeno credo) ma solo i bending ed ecco perché mi piacciono le "valved" Ieri sera seguendo lo spartito di Lorenz (si è vero anche senza ce l'avrei fatta :wink: ) ho visto il Fa# ho preso l'armonica in Sol ed ho iniziato a suonarla, meglio "strimpellarla", ed è possibile anzi probabile che non abbia suonato proprio tutte le note :D
E poiché ormai ho preso il malcostume di tentare il bending dove mi manca una nota (indipendentemente dall'armonica che ho in mano) mi sembrava ci fossero tutte!
In ogni caso, anche nelle valved le note NON ci sono tutte!

Comunque bando alle ciance: ci provo, la registro e vediamo che ciofeca esce fuori!

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2013, 2:01 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Ok, l'ho suonata viewtopic.php?f=39&t=4729 e... niente da fare: sia con l'armonica in C che G ti "mancano" delle note (se usi una diatonica standard)

L'ho registrata suonata con la SUB30 in C (qui le note ci sono tutte) ed ora sto provando con la Seydel Session Steel PT Gazell (Valvolata) in G.
Devo dire che con questa mi piace di più... la imparo e la registro!

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2013, 8:03 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
...meno male che non ero l'unico allor a cui "mancavano delle note" :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2013, 10:23 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
giuguar ha scritto:
...meno male che non ero l'unico allor a cui "mancavano delle note" :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Si ma ti basta incollare un paio di valvoline ed il gioco è fatto :lol:

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2013, 11:08 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
si stavo pensando gia' da tempo di valvolare una diatonica per sperimentare un po', che tonalita' mi consigli e quali fori vanno valvolati? sia aspirati che soffiati?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2013, 11:39 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Per la tonalità non ho consigli particolari. Io ho valvolato una in Eb ma ho un C ed una G valved.

CI sono diversi video in merito. Prova a dare un'occhiata a questo: https://www.youtube.com/watch?v=tw9tI71p53A

Cerca anche nei post di CCristian che ha fatto esperienza sull'argomento :wink:

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2013, 17:15 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
ma poi, scusate, quale e' il reale motivo tecnico per cui una valved tipo la promaster agevola i bending? io pensavo che la presenza delle valvole avesse solo lo scopo di migliorare la tenuta.
??


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2013, 18:17 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Messaggi: 7497
Località: Arezzo
giuguar ha scritto:
ma poi, scusate, quale e' il reale motivo tecnico per cui una valved tipo la promaster agevola i bending? io pensavo che la presenza delle valvole avesse solo lo scopo di migliorare la tenuta.
??

Giulio, scusa, ma l'hai ascoltata la mia Ave Maria?
E ti sembra che li agevoli? :D Lascia perdere, continua come hai fatto sin'ora, cioè ad esercitarti con le armoniche "normali" . . . :D
Il motivo tecnico te lo può spiegare Cristian, è lui l'inventore, il promotore e l'endorser delle half-valved; prima, su questo Forum nessuna sapeva nulla di questa storia, ora è diventata di grande attualità . . !
Buona serata.
Carlo

_________________
Si inizia a morire quando si smette di imparare (A.Einstein)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2013, 0:57 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2010, 1:21
Messaggi: 3090
Località: Milano
Si dice bene Carlo: le valvole non agevolano il bending ma lo rendono tecnicamente possibile su fori che altrimenti sarebbero impossibili!

In ogni caso la difficoltà resta, anzi forse aumenta!

La ragione fisica non te la so spiegare!

_________________
Il Meneghin Fuggiasco
Che l'Harp Spirit sia con te!
https://soundcloud.com/roberto-aproma
[*]https://www.reverbnation.com/bobharp8


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2013, 2:13 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 9:41
Messaggi: 671
Località: Latina
ah, ecco, ho capito, devo fare qualche prova, voglio approfondire l'argomento, ora vado a spulciarmi il resto del forum.
E tu Carlo non fare il modesto; chi ti legge pensa che sei il portavessillo dell' "antibending" :mrgreen: perche' dici sempre che non e' cosi importante e poi zacchete! senti che roba... :D


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2013, 12:04 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 aprile 2009, 9:09
Messaggi: 7497
Località: Arezzo
giuguar ha scritto:
E tu Carlo non fare il modesto; chi ti legge pensa che sei il portavessillo dell' "antibending" :mrgreen: perche' dici sempre che non e' cosi importante . . .

Ciao Giulio, la spiegazione di Roberto , finalmente, è perfetta; alcuni tipi di armoniche "speciali" tipo la XB 40 della Hohner o la SUB30 della Suzuki e, a quanto si dice, anche i modelli "half valved", da come ho capito, ti consentono in teoria di piegare qualsiasi nota, ovviando così all'uso degli overbendings; ma, come dice Roberto, resta sempre una tecnica difficile e soprattutto lunga da padroneggiare. Rimanendo a livello di banalità e di detto e ridetto, quando si parla di bending non si dovrebbe mai fare riferimento alle prove sulla singola nota, che, bene o male, riescono a tutti, ma all'inserimento di una nota piegata nella sua melodia, che è un altro paio di maniche. Meglio imparare su delle melodie, facili e lente vanno bene lo stesso, che su singole note, secondo me.
Io sono semplicemente il portavessillo non dell'antibending, ma di chi i bending non li sa fare. :D
Ritornando alle armoniche "speciali" le ritengo un artifizio che finisce col precluderti la parte più affascinante e più stimolante dello studio della diatonica e dell'armonica blues, e cioè quell'iter attraverso il quale ti cimenti nel cercare di rendere cromatica una diatonica. Per questo le sconsiglio vivamente a chiunque. Insomma, se uno vuole fare il pianista, lo deve fare usando un normale pianoforte verticale o a coda, e non certo necessitando di un pianoforte speciale, fatto apposta per colmare certe sue lacune. Esse, le armoniche speciali, servono soprattutto a dare un po' di vigore ad un mercato saturo e indifferente, nell'interesse di chi le produce e le vende. C'è poi chi dice che conta il risultato, e lo strumento è solo un mezzo, e benvengano le innovazioni tecniche e bla bla bla, ma allora si esula dal campo dell'armonica diatonica pura e semplice, della bluesharp, del blues e di tutto ciò che ne deriva, dal passato, e ne consegue. Se fossi un bluesman mi piacerebbe farlo con una classica bluesharp a dieci fori; come amante delle melodie tradizionali, non vedo ragione di non impiegare una cromatica, quando occorre; ciò nonostante, per sperimentazione e per diletto, ovviamente, ogni tanto, soprattutto se stimolato da Roberto, mi ritrovo a massacrare le ance di qualche armonichina tra le tante che ho.
Ma così come il mondo è bello perché è vario, anche l'armonica è bella e varia: ciascuno di noi la interpreta con una diversa motivazione e con diverso spirito, e ciascuno di noi esprime un risultato diverso, e va bene così; qui ho solo espresso il mio punto di vista.
Carlo

_________________
Si inizia a morire quando si smette di imparare (A.Einstein)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: domenica 3 marzo 2013, 17:26 
Non connesso
=|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 13:01
Messaggi: 155
Località: 6534 San Vittore
Manxcat ha scritto:
Insomma, se uno vuole fare il pianista, lo deve fare usando un normale pianoforte verticale o a coda, e non certo necessitando di un pianoforte speciale, fatto apposta per colmare certe sue lacune. Esse, le armoniche speciali, servono soprattutto a dare un po' di vigore ad un mercato saturo e indifferente, nell'interesse di chi le produce e le vende.


Condivido in pieno, Carlo.

_________________
http://triovapore.blogspot.com/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ave Maria di Gounod
MessaggioInviato: mercoledì 8 maggio 2013, 10:45 
Non connesso
=|o|o|o|o|o|o|o|=
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 22 giugno 2007, 14:43
Messaggi: 931
Località: Reggio Calabria
E dopo circa tre mesi leggo questo post e mi trovo pienamente d'accordo con Carlo!
Pur rispettanto la libertà di ciascuno di fare uso di armoniche modificate, ultracustomizzate e quant'altro, ritengo che la più grande soddisfazione per un musicista consista nel riuscire a far cose eccezionali con strumenti normali anzichè fare cose normali con strumenti eccezionali.
Questa mia considerazione nasce dall'esperienza personale (complice anche il fatto che sono pigro e non mi va proprio di perder tempo a svitare, limare, martellare...) e dall'osservazione.
Ho spesso riscontrato che la maggior parte degli amici armonicisti appassionati di customizzazione all'atto pratico del suonare incontra grossi problemi.
Credo che i motivi per i quali si verifica questo fenomeno siano fondamentalmente due:
1) se passi troppo tempo a smontare e customizzare te ne rimane poco per suonare
2) se per affrontare un semplice ostacolo come il bending ti devi munire di armoniche che si piegano quasi da sole, la tecnica giusta non la imparerai mai, e, se anche riuscirai a piegare l'armonica in due, ti mancherà una componente importantissima del bending, il suono!
L'esercizio e il desiderio di superare i propri limiti sono alla fine la ricetta migliore! ;)

In realtà dovrei menzionare anche un terzo motivo, eh già perchè riflettendoci su mi accorgo che i primi due non appartengono proprio al nostro Big Roberto!

Credo che sia Roberto che Guido siano animati da uno spirito folle e curioso che li spinge (ora l'uno, ora l'altro) a buttarsi a capofitto nella risoluzione di un problema, per loro non vale la solita ricetta 'metti la cera, togli la cera', sono come gli scenziati pazzi dei film che ci piacciono tanto, quelli che sono in grado di trovare la soluzione più assurda ai problemi più banali!
Ma non sono solo questo, il loro pulsa un cuore che si esalta quando gli arrivano ondate di buona musica, tradizionale, colta, classica o sperimentale che sia, e mettono nello studio del brano 'X' lo stesso entusiasmo di un ragazzino di 13 anni alle prese con un assolo di Angus Young! ;)

In ogni caso, il mio consiglio è quello di andare al negozio di strumenti musicali più vicino, acquistare la prima armonica che vi capita (tanto ve la cacciate con pochi euro) e provare a far con quella tutto ciò che fate con le vostre Mercedes a 20 ance, vi assicuro che dopo un pò di esercizio le cose inizieranno a girare per il verso giusto e la soddisfazione raggiungerà livelli altissimi!

P.S.
nel frattempo ho ascoltato l'Ave Maria di Roberto... che dire... un grande! ;)

_________________
Aldouz
BadChiliHarpMan

http://www.reverbnation.com/badchilibluesband


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ Array ] 


Chi c’è in linea

Array


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


Chat | Forum | Newsletter | Guestbook | Download | Privacy

DoctorHarp - Sichelia.Net Copyright 2000-2010 - Tutti i diritti riservati
E' vietata la riproduzione dei contenuti presenti in queste pagine anche se parziale.



Powered by phpBB